Adiconsum: TivùSat è visibile con i vecchi Common Interface

Dicembre 2009. In una nota, l’Associazione italiana difesa consumatori e ambiente promossa dalla CISL ha dichiarato di aver effettuato un test che ha dimostrato la piena compatibilità di un vecchio Common Interface con la piattaforma TivùSat.

“Utilizzando un decoder Nokia Mediamaster 9902 del 2005, non più in commercio e neppure più aggiornato dalla fabbrica, abbiamo inserito nello slot C.I. una SmartCam (la stessa messa in vendita per vedere Mediaset Premium con i Tv digitali) e la tessera di TivùSat. Abbiamo fatto la risintonizzazione dei canali per poter ricevere i programmi inseriti nel bouquet, ci siamo sintonizzati su RaiSat Premium e con soddisfazione abbiamo visto tutto. La prova dimostra che da subito si possono utilizzare i vecchi decoder  facendo risparmiare le famiglie e che la SmarCam funziona perfettamente per vedere i canali di TivùSat nonostante si continui a dire che occorra per forza acquistare uno specifico decoder. Basterebbe quindi che TivùSat mettesse in distribuzione la propria smart card, svincolata da ogni decoder, per provocare delle positive ripercussioni sul mercato e quindi a vantaggio dei consumatori. Adiconsum chiede quindi l’intervento di Agcom e Agcm “per chiarire e dare certezze agli utenti”.

A fine settembre, Adiconsum aveva dimostrato che un altro ricevitore, l’XDome HD-1000NC, provato sul numero 197 di Eurosat n.197 (Giugno 2009), poteva essere considerato il “vero” decoder unico in quando compatibile con tutti i canali in chiaro SD e HD unitamente a quelli a pagamento di SKY, TivùSat , Mediaset Premium, ContoTV e Dahlia.

Luca Balestrieri, presidente di Tivù, ha dichiarato che la società è assolutamente favorevole all’adozione di un decoder unico «a patto che il box non penalizzi alcun operatore del mercato sia esso free, pay, nazionale o locale né, soprattutto, l’utente finale».

www.adiconsum.it

Pubblica i tuoi commenti