Agcom classifica i decoder

Marzo 2013
L’Autorità ha individuato sei differenti classi di appartenenza, in base alle qualità delle caratteristiche tecniche dei decoder, dalla classe 1 comprensiva dei decoder più completi e tecnologicamente avanzati alla classe 6, quelli con caratteristiche minime ed essenziali. La pagina di ricerca è accessibile all’indirizzo http://www.classificazionedecoder.it/#ricerca.

I costruttori, gli operatori e le catene di distribuzione commerciale hanno la facoltà di utilizzare il logo dell’Autorità, recante l’indicazione del numero della classe di riferimento dello specifico apparecchio e apporlo sugli involucri, sugli apparecchi e sugli scaffali esposti al pubblico.
Il tema dell’introduzione di nuovi standard televisivi come il DVB-T2 e dei possibili scenari evolutivi del mercato dei decoder/TV costituisce una priorità nell’agenda dei lavori dell’Agcom al fine di valutare il miglior aggiornamento della classificazione.

Recentemente, il Governo ha stabilito che i TV e i decoder introdotti sul mercato dal 1° gennaio 2015 dovranno integrare il tuner DVB-T2 con codifica MPEG-4 mentre 6 mesi dopo spariranno dagli scaffali tutti i prodotti con tuner DVB-T/MPEG-2/4.
Gli aggiornamenti della classificazione, dei produttori e degli apparecchi registrati, nonché le iniziative informative che l’Autorità concorderà con le associazioni dei consumatori e i distributori di elettronica di consumo, saranno pubblicati sul sito dell’Agcom.
www.agcom.it

Pubblica i tuoi commenti