Aggiungiamo la USB

Luglio 2010. Di solito si dice “fatta la legge trovato l’inganno: frase particolarmente azzeccata se parliamo di ricevitori Enigma-based, a volte realizzati apposta per dare sfogo a “smanettamenti” vari. Certo la mancanza di una USB non poteva passare inosservata, specie se sul pannello posteriore del ricevitore è disponibile lo stampo della presa.

Il metodo per ovviare a questa mancanza lo spiega un sito estero: nonostante la presenza sulla motherboard del connettore USB questa è disabilitata per l’assenza del chip di protezione dalle sovratensioni. Rimuovendo una o due resistenze (indicate con la freccia nella foto e siglate R1010 e R1011) si by-passa l’assenza del chip di protezione ed è quindi sufficiente collegare un cavo USB nell’apposita contattiera (cerchiata nella foto) e utilizzare lo spazio pre-tranciato sul retro del ricevitore per l’alloggiamento della presa.

Va certamente ribadito come questa operazione, oltre ad invalidare la garanzia, non sia immune da rischi: la protezione dalle sovratensioni non è un aspetto trascurabile e non tenerne conto non sarebbe una idea brillante. La cosa migliore è l’uso di device USB non direttamente collegati al ricevitore, bensì attraverso un HUB USB (reperibile a costi irrisori), provvisto di questa protezione: prima dell’acquisto controlliamo nelle specifiche l’esistenza della voce “over-current protection”.

Pubblica i tuoi commenti