antenna – Motorizzata troppo limitata

Febbraio 2008.
Possiedo un impianto satellitare composto da una parabola Gibertini da 125 cm di diametro collegata ad un rotore rot 220. Vorrei sapere perché non riesco ad arrivare alla posizione di 43° Ovest, mentre ad Est vado oltre 50°. L'installatore ha puntato come satellite di riferimento Hot Bird 13° Est: è corretto?
Alessandro, Lucca

Il rotore in suo possesso è in grado di coprire un arco di +/- 65° (a +/- 70° intervengono i limiti meccanici) e non dovrebbero, quindi, esserci problemi nel ricevere le posizioni orbitali più estreme a Est e Ovest come ad esempio i 62° Est ed i 45° Ovest, elevazione del satellite e dell'antenna permettendo, ovviamente.

Nella tabella sono riportati i dati di puntamento della parabola nella città di Lucca e, come potrà notare, il Sud (azimut = 180°) si trova in corrispondenza del satellite Eutelsat W1 in orbita a 10° Est.
È verso questo punto che deve essere allineato il rotore, in modo che durante il suo movimento la parabola riesca a collimare perfettamente con la fascia di Clarke sulla quale sono posizionati i satelliti geostazionari.

Le consigliamo, perciò, di seguire attentamente le istruzioni di installazione fornite a corredo del rotore e scaricabili in formato PDF all'indirizzo http://www.stab-italia.com/ita.pdf.
Ovviamente, con la parabola da 125 cm potrebbe non essere possibile ricevere tutti i satelliti indicati nella tabella, a causa delle differenti coperture del segnale.

Per maggiori informazioni la rimandiamo alle tabelle dei canali digitali pubblicate nelle ultime pagine della rivista, dove sono riportati anche i diametri minimi della parabola per le aree geografiche del Nord, Centro e Sud Italia.
Informazioni ancora più dettagliate sui footprint dei satelliti sono fornite dagli stessi operatori satellitari sui rispettivi siti web (l'indirizzo è visibile sempre nelle tabelle nella riga di intestazione).

Pubblica i tuoi commenti