Astra “manda in orbita” il canale Rai HD

Maggio 2009. La notizia del nuovo canale dimostrativo free-to-air in Alta Definizione è stata data da Alberto Borchiellini, presidente della Scuola Eurosatellite, nel cui gruppo figura oggi anche la società Digitaria, costituita per curare la commercializzazione italiana (attraverso antennisti e installatori) del servizio a larga banda bi-direzionale Astra2Connect.

Borchiellini ha spiegato che il nuovo canale televisivo, promosso dalla Direzione Strategie Tecnologiche del nostro broadcaster pubblico, risulterà denominato semplicemente Rai HD e si rivolgerà soprattutto ai rivenditori di elettronica di consumo, i quali potranno sfruttare il canale medesimo per mostrare a una potenziale clientela la bontà qualitativa (e la convenienza economica) delle programmazioni in “Alta” no-pay.

Rai HD sarà in funzione 24 ore al giorno, proponendo anche un apposito monoscopio in grado di far sì che il cliente - a valle - possa rendersi conto del grado di accuratezza di riproduzione relativo al Tv color HD Full o HD Ready che intende acquistare.

Il nascente canale, però, ripeterà a loop essenzialmente una serie di palinsesti di alcune ore, inerenti sia film, sia programmi entertainment di diverso tipo (eventi sportivi e musicali, fiction, documentari, eccetera) girati all’origine in High Definition e disponibili per un libero utilizzo via satellite.

Sempre Alberto Borchiellini ha precisato che Rai HD verrà diffuso dai 23.5 gradi Est della flotta Astra, una nuova posizione orbitale (concentrata su mercati dinamici quali Italia, Benelux ed Europa Centro-Orientale) attraverso cui viaggia anche il già citato servizio Broadband Astra2Connect.

Una posizione pensata oltretutto per “fare pendant”, ovvero “dual-feed”, con il più conosciuto polo dei 19.2 gradi Est. L’up-link di Rai HD, invece, sarà effettuato da Bezdorf, in Lussemburgo, dove sorge il quartier generale della sempre più intraprendente società di trasporto via Fascia di Clarke.

Pubblica i tuoi commenti