Audio/video – AV Sender disturbato dal router Wi-Fi

Il mio antennista/elettricista di fiducia mi ha consigliato di acquistare il Digiquest Trio Mini Video Sender per portare il segnale audio/video dal pian terreno dove ho il decoder Sat ed il TV alle stanze del primo piano. Purtroppo, il Digiquest utilizza la banda 2,4 GHz con 4 canali di trasmissione e viene disturbato da un router D-Link DSL-2640R che opera sulla stessa banda di frequenza e necessario per la connessione del PC installato nella stanza adiacente a quella del TV. I collegamenti sono esatti, l’antennista/elettricista ha provato a cambiare i canali del Digiquest e modificare la posizione ma, nonostante il router e i cellulari siano spenti, il segnale è disturbato. Secondo l’antennista è la prima volta che gli succede e che con i router della Telecom è tutto OK perché trasmettono su altre frequenze. Secondo voi è davvero colpa del router? E’ disponibile un altro sistema di collegamento o altri prodotti operanti su frequenze diverse? Infine, potrei comandare dal primo piano l’impianto motorizzato?

Giuseppe

La vicinanza di due apparecchiature wireless che operano sulla stessa banda di frequenza fa sì che si disturbino reciprocamente compromettendo non solo la trasmissione dei segnali audio/video ma anche i dati. E’ possibile, però, impostare due diversi canali il più possibile lontani tra loro. Nel caso del router D-Link è necessario accedere al menu di configurazione (sezione Wireless > Wireless Channel) mentre per l’AV Sender basta consultare il manuale d’uso e verificare le frequenze associate ai 4 canali. Se, però, l’AV Sender risulta disturbato anche quando il router è spento (cioè non trasmette alcun segnale Wi-Fi), il problema va ricercato altrove. Magari la “colpa” è di altri dispositivi wireless che operano sempre a 2,4 GHz, come forni a microonde e sistemi antifurto wireless, oppure si tratta del router Wi-Fi del vicino di casa. Per escludere eventuali malfunzionamenti del Digiquest o la sua difficoltà a superare ostacoli come muri e solette può provare a posizionare nella stessa stanza a pochi metri di distanza le unità trasmittente e ricevente verificando la qualità dei segnali audio/video. Esistono in commercio altri AV Sender e router che utilizzano la banda 5 GHz (2,4+5 GHz nel caso dei router Wi-Fi Dual Band) oppure AV Sender più prestanti che superano facilmente muri e solette di cemento armato garantendo collegamenti senza disturbi. E’ da escludere, invece, che i router Telecom si comportino meglio di quelli di altre marche e che utilizzino frequenze diverse visto che, per ottenere l’omologazione, devono tutti soddisfare le stesse specifiche (bande, canali, livello di potenza, ecc.).
Per quanto riguarda la gestione dell’impianto motorizzato dalle camere del primo pianto, è indispensabile far arrivare il cavo coassiale (nel caso di motori mono-cavo DiSEqC 1.2/USALS) o i cavi di alimentazione e controllo (per i motori a pistone ed i rotori H-H). In questo caso, però, dovrà escludere il controllo dal piano terra con tutti i disagi che possono derivare. Meglio, allora, chiedere al suo antennista di fiducia di verificare le condizioni delle canaline che portano il cavo dell’antenna terrestre in tutte le stanze e, se possibile, infilare tre o più cavi schermati per distribuire i segnali AV dal primo al secondo piano e viceversa. In tal caso, dovrà solamente acquistare un ripetitore/estensore di telecomando che, operando in bassa frequenza (solitamente 433 MHz), è molto meno soggetto a disturbi e interferenze.

Pubblica i tuoi commenti