Basta un decoder e ti togli il pensiero

Giugno 2010. Per chi non ha intenzione, almeno per il momento, di sostituire il vecchio televisore analogico, la scelta ricade inevitabilmente sul decoder, di tipo zapper oppure interattivo.

Alla prima categoria appartengono tutti i modelli per la ricezione di tutti i canali in chiaro, cioè gratuiti, con gli eventuali add-on multimediali (PVR Ready, Mediaplayer) mentre la seconda è identificata dai cosiddetti “box interattivi” che, grazie ai sistemi di accesso condizionato integrati (CAS), al lettore per smart card e alla piattaforma MHP, garantiscono anche la ricezione dei canali a pagamento (in HD per alcuni modelli) e l'accesso ai servizi interattivi.

Zapper, solo per i canali free
Gli zapper sono la scelta ideale per chi non è interessato alla pay-Tv e ai servizi interattivi oppure per “digitalizzare” il secondo o terzo Tv installato in cucina o in camera da letto. Costano poco, sono semplici da installare e utilizzare, e possono anche offrire funzioni multimediali avanzate come la riproduzione di file (Jpeg, MP3, Mpeg, DivX) e la videoregistrazione dei programmi (PVR - Personal Video Record) sfruttando Pen Drive e hard-disk portatili con collegamento USB.

Box interattivi, una marcia in più
Chi desidera un apparecchio capace di sfruttare tutto ciò che la televisione digitale terrestre è in grado di offrire, deve invece optare per un box interattivo. Costa qualche decina di euro in più di un semplice zapper ma permette di ricevere i canali a pagamento di Mediaset Premium, Dahlia TV, Conto TV, Glamour Plus, Nitegate semplicemente acquistando la tessera prepagata e inserendola nell'apposito slot sul pannello frontale.

Grazie alla piattaforma MHP (Multimedia Home Platform), i box interattivi arricchiscono l'esperienza televisiva con tutta una serie di applicazioni gratuite (approfondimenti sulla programmazione, curiosità, televoto, ecc.) e danno la possibilità di consultare il Teletext digitale, di accedere ai servizi di home banking ed e-government (richiesta certificati, prenotazione visite, acquisto ticket) stando comodamente seduti sul divano.

Da alcuni mesi sono disponibili anche i modelli compatibili con le trasmissioni in Alta Definizione a pagamento di Mediaset Premium (Calcio e in futuro anche Cinema) certificati da DGTVi con bollino Gold.

Funzionalità comuni
Tutti i decoder digitali, sia zapper sia interattivi, offrono funzioni di supporto alla visione delle emittenti digitali come il banner, che riporta le informazioni sul canale sintonizzato e sulla programmazione (nome, titolo evento in onda e successivo, lingue audio disponibili, presenza teletext e sottotitoli, ecc.), la EPG (Electronic Program Guide) con i palinsesti di tutti i canali che offrono questo servizio per consentire al telespettatore di avere sotto controllo la programmazione dell'intera giornata o di determinate fasce orarie, il Parental Control per proteggere tramite password l'accesso ai settaggi del decoder, a determinati canali e contenuti, il Timer per ricordare l'inizio di un programma e la sua eventuale videoregistrazione tramite dispositivi esterni (VCR, DVD-Recorder oppure Pen Drive e hard-disk per i soli modelli PVR Ready).

Aggiornamenti automatici
Per mantenere il decoder sempre efficiente, è consigliabile abilitare all'interno del menu OSD gli aggiornamenti automatici sia del firmware sia dei canali.
Con il decoder in modalità stand-by, ad orari prefissati, verrà effettuato un controllo via etere sulla presenza di nuovi firmware e, se necessario, saranno installati automaticamente.

La stessa cosa accadrà anche per gli eventuali nuovi canali che saranno memorizzati automaticamente senza bisogno di effettuare una nuova sintonizzazione.
Per i modelli aggiornabili via computer (RS-232) o USB, basta invece visitare il sito web del produttore e scaricare le versioni aggiornate per il proprio modello seguendo le istruzioni allegate al file.

Pubblica i tuoi commenti