Berlin Station, la serie Tv su TimVision dal 19 maggio

TIMVISION Berlin StationLa prima stagione di Berlin Station, la serie Tv targata Epix con Richard Armitage e Rhys Ifans, sarà trasmessa in anteprima esclusiva per l’Italia su TimVision da venerdì 19 maggio.

Daniel Miller (Richard Armitage) è un esperto analista della CIA appena trasferito presso la stazione operativa di Berlino per dedicarsi a una missione segreta sotto copertura. Il suo compito sarà quello di risalire a un misterioso personaggio di nome Thomas Shaw, la fonte di una fuga di informazioni riservate, della Central Intelligence Agency. Quest’ultimo leak, provoca  l’espulsione di uno degli agenti statunitensi dalla capitale tedesca e l’inizio di una corsa contro il tempo: il primo paese che riuscirà ad identificare e catturare Thomas Shaw, infatti, potrà avere accesso a tutti i segreti della CIA.

TIMVISION Berlin Station

Berlin Station è un thriller drama estremamente attuale, che racconta come i crimini informatici e il cyberspionaggio siano ormai da considerarsi temi all’ordine del giorno. La stessa figura di Thomas Shaw richiama le vicende che hanno recentemente riguardato Edward Snowden. Come l’informatico statunitense protagonista dello scandalo del 2013, infatti, la “fonte” raccontata in Berlin Station si avvale della collaborazione di un giornalista per rivelare e pubblicare informazioni riservate relative a programmi segreti di intelligence. Una curiosità: lo stesso messaggio proclamato dai due attivisti viene emblematicamente ripreso dalla voce di David Bowie in I’m afraid of Americans, la colonna sonora che apre i dieci episodi.

TIMVISION Berlin Station

La serie Tv, ideata da Olen Steinhauer (autore del bestseller The Tourist) e impreziosita dallo showrunner  Bradford Winters (già ammirato per il suo lavoro in The Americans e Oz), vede la partecipazione di diversi registi rinomati. Da Michaël R. Roskam, membro dell’Academy dal 2012 e noto per il suo lavoro in Chi è senza colpa con Tom Hardy e James Gandolfini alla sua ultima apparizione, passando per John David Coles, già alla guida di diversi episodi di serie tv cult degli ultimi anni del calibro di Sex and the City, House of Cards, Homeland, 22.11.63 e Grey’s Anatomy, fino all’italiano Giuseppe Capotondi (La doppia ora) che ha diretto due dei dieci episodi.

Pubblica i tuoi commenti