Blu-ray a quota 128 GB

Agosto 2010. La pubblicazione delle specifiche consentirà ai produttori di ottenere le licenze per la messa a punto dei supporti ottici registrabili/riscrivibili (100 GB R/RE con tre strati e 128 GB R con quattro strati) e dell’hardware capace di gestirli.

Il formato BDXL è principalmente dedicato alle applicazioni broadcasting, medicali, di archiviazione di documenti ma potrà essere impiegato anche nel mondo consumer per la registrazione e la riproduzione di trasmissioni HD via etere e satellite nei mercato ove sono già disponibili i primi Blu-ray recorder.

«Utilizzando le tecnologie Blu-ray esistenti siamo riusciti a creare una soluzione stabile e di lungo termine per l’archiviazione di grandi quantità di dati e contenuti AV - ha spiegato Victor Matsuda, rappresentante del comitato di promozione globale della BDA. - Ci aspettiamo che il nuovo formato favorirà la crescita del mercato Blu-ray e delle applicazioni disponibili».

Dal momento che le nuove specifiche rappresentano un’estensione delle attuali tecnologie, i futuri BDXL Recorder saranno in grado di riprodurre anche gli attuali formati da 25 e 50 GB.

www.blu-raydisc.com

Pubblica i tuoi commenti