canali Tv – Rai e Mediaset all’estero

Giugno 2008.
Mi trovo all’estero e vorrei ricevere anche la Tv italiana. Esiste un modo per vedere l’offerta di Mediaset Premium (Steel, Joi, Mya, ecc.) con il satellite? Sulla rivista riportate i dati del transponder, frequenze, tipo codifica di Mediaset Premium come normali canali codificati ma non riesco a vederli. Perché? Sui canali RAI in chiaro molti eventi vengono oscurati: non esiste un modo per vederli al 100% free-to-air?
Roberto

Le trasmissioni satellitari di Mediaset Premium hanno lo scopo di alimentare i ponti ripetitori terrestri per la trasmissione capillare in formato digitale. Per impedire la ricezione da parte dell’utente finale, soprattutto all’estero, vengono quindi criptati con codici differenti da quelli terrestri.
L’oscuramento è necessario anche per rispettare i contratti stipulati da Mediaset con le major cinematografiche e gli altri fornitori di contenuti che non prevedono la diffusione satellitare.

Per quanto riguarda, invece, gli altri canali nazionali Mediaset e RAI, anche se le trasmissioni avvengono di norma in chiaro, alcuni eventi vengono criptati perché i broadcaster dispongono dei soli diritti di diffusione nazionale e non internazionale. Dal momento che il segnale satellitare è ricevibile in tutta Europa, per rispettare gli accordi con i fornitori dei contenuti (film, eventi sportivi e culturali, ecc.), il segnale viene codificato con i sistemi di accesso condizionato Mediaguard e NDS.

Al momento, l’unico sistema “regolare” per vedere anche i programmi criptati di RAI e Mediaset è quello di abbonarsi a SKY.
La smart card di SKY, infatti, viene costantemente aggiornata anche con le chiavi di visione dei canali RAI e Mediaset diffusi via satellite e, grazie allo stesso sistema di codifica adottato (NDS), il segnale viene rimesso in chiaro come quello terrestre (digitale e analogico).
L’abbonamento a SKY, tuttavia, non è disponibile all’estero ed è vietato il trasporto del decoder e della smart card al di fuori dei confini nazionali.

Una possibile alternativa è la programmazione del decoder free-to-air o Common Interface (solo i modelli “patchabili”) per l’emulazione del sistema di accesso condizionato Mediaguard e l’inserimento delle chiavi di visione dei canali Rai e Mediaset che si trovano facilmente su Internet.
Ribadiamo, tuttavia, che la modifica del firmware del decoder allo scopo di decodificare i programmi criptati senza un regolare abbonamento è vietata dalla legge.

Pubblica i tuoi pensieri