Catch-22, appuntamento il 21 maggio con la serie antimilitarista di George Clooney

Catch-22

Debutterà su Sky il prossimo 21 maggio la serie Catch-22 prodotta, diretta e interpretata da George Clooney.

Missioni suicide, spettacolari scene di volo, un ritmo forsennato e tutta la “contagiosa” follia della guerra, raccontata attraverso massicce dosi di black humour caratterizzano la serie, girata per intero in Italia. È infatti ambientata nel nostro paese durante la Seconda Guerra Mondiale. Oltre a Clooney, protagonisti sono Kyle Chandler e Christopher Abbott. Nel cast anche Hugh Laurie, Grant Heslov e Giancarlo Giannini.

In sei episodi prodotti, Catch-22 racconta le vicende ispirate all’omonimo capolavoro antimilitarista di Joseph Heller del 1961 (noto in Italia con il titolo Comma 22).

Kyle Chandler (ArgoCarolFriday Night Lights) è il Colonnello Cathcart, che continua ad aumentare ai cadetti il numero di missioni in volo da completare prima di poter ottenere il congedo e tornare a casa. Christopher Abbott (The Sinner e Girls) è John Yossarian, il giovane bombardiere americano che dovrà fingersi pazzo per provare a congedarsi, con il rischio di incappare nel Comma-22 e nel suo paradosso. George Clooney l’ambizioso e sadico comandante di addestramento Scheisskopf, Hugh Laurie (Dr. HouseThe Night ManagerVeep) interpreta il Maggiore de Coverley, mentre Giancarlo Giannini è Marcello, proprietario di una casa d’appuntamenti.

Catch-22 è diretta da George Clooney con Grant Heslov e Ellen Kuras. La sceneggiatura è firmata da Luke Davies (nominato all’Oscar e vincitore del premio BAFTA per la Miglior Sceneggiatura di Lion – La strada verso casa) e David Michôd (vincitore del Premio della Giuria al Sundance con Animal Kingdom). George Clooney e Grant Heslov (premio Oscar al Miglior Film per Argo e nominato all'Oscar come miglior sceneggiatura originale per Good Night and Good Luck, dove è anche produttore e co-sceneggiatore con Clooney) sono anche produttori esecutivi con la loro Smokehouse Pictures, con Richard Brown (True Detective) e Steve Golin (Il caso Spotlight, Revenant) per Anonymous Content assieme a Davies e Michôd.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here