Centrali SAF Fracarro: selettive e programmabili

Novembre 2008. La logica delle SAF, già testata e approvata dal mercato, è quella delle soluzioni plug and play, complete di tutti gli elementi che compongono un impianto di distribuzione dei segnali Tv terrestri, analogici o digitali.

In una centrale SAF sono inclusi l’alimentatore, la matrice di distribuzione dei segnali, i filtri UHF (12 filtri per la versione SAF12U e 7 per la versione SAF7U) e l’amplificatore finale di potenza. La loro forma compatta le rende facili da installare, sia a muro, sia su armadi rack 19”.Ciò che distingue le nuove centrali è l’elevato livello tecnologico del sistema, che le rende innovative da molti punti di vista.

Le SAF sono utili per filtrare in modo estremamente selettivo i canali ricevibili in etere.
L’utilizzo di filtri SAW (Surface Acustic Wave), anziché di normali filtri “a celle risonanti”, permette di ottenere una maggiore reiezione dei canali adiacenti, caratteristica indispensabile quando si deve recuperare un forte dislivello tra canali vicini o eliminare completamente un canale dalla distribuzione.

I filtri SAF consentono di impostare un offset di conversione che può essere usato per spostare leggermente a destra o a sinistra la curva del filtro, per attenuare maggiormente un canale adiacente o per ridurre al massimo eventuali disturbi provenienti da canali vicini.

Questi filtri possono essere usati anche per convertire dei canali su altre frequenze, utile nel caso in cui si preferisca distribuire dei canali a frequenze più basse in modo che i segnali siano meno attenuati dalla perdita del cavo, oppure per risolvere alcuni conflitti di segnali isofrequenza provenienti da antenne diverse.

Le SAF sono, inoltre, facilmente espandibili aggiungendo dei moduli filtri mentre per ottenere sistemi più complessi possono essere collegate insieme più centrali.
Ogni filtro può essere programmato su qualsiasi canale della banda UHF, adattando il sistema alle diverse condizioni di ricezione dell’area in cui viene collocato. Il sistema consente inoltre di distribuire il segnale dagli ingressi UHF ai filtri in tutte le combinazioni possibili, grazie a una matrice di distribuzione “libera”.  

www.fracarro.com

Pubblica i tuoi commenti