Centralino antenna autoalimentato AEV Serie 50 PRO

In sintesi
La serie di centralini AEV 50 PRO eccelle nel trattamento dei segnali digitali grazie alla qualità della componentistica elettronica, alla progettazione e all’assemblaggio interamente effettuati nei laboratori A.E.V. di Varese. I centralini si adattano a qualunque soluzione grazie alle 4 varianti di modello, permettendo anche di tele-alimentare preamplificatori di segnali e antenne attive. Da segnalare anche l’amplificazione separata per le bande VHF e UHF, l’alimentatore switching a basso consumo, il controllo di livello per tutti gli ingressi, il robusto telaio in alluminio e acciaio inox, la compatibilità con lo standard DVB-T di seconda generazione.

Giugno 2013
Il centralino d’antenna è uno degli elementi chiave di un impianto di ricezione terrestre, forse il più importante. Il suo ruolo è, infatti, quello di miscelare i segnali catturati dalle antenne nelle varie bande di frequenza (VHF III, UHF IV, UHF V), amplificarli per ottenere un livello ottimale in base alle differenti caratteristiche elettromagnetiche allo scopo di distribuirli attraverso una o più discese coassiali. Le operazioni di miscelazione e amplificazione sono di fondamentale importanza per ottenere su ciascuna presa utente un segnale televisivo digitale di buona qualità e compreso nell’intervallo raccomandato dalle norme CEI, ossia tra 38 e 74 dBµV per la banda III, 44-74 per la banda IV e 48-74 per la banda V. L’amplificazione del segnale, se da una parte ne migliora l’intensità (livello o potenza), dall’altra ne riduce la qualità secondo un parametro chiamato rapporto segnale/rumore (C/N – Carrier to Noise).

L’adozione di circuiti elettronici di alta qualità, e soprattutto la loro corretta progettazione, mantiene il rumore sotto il livello di guardia. Se poi si utilizzano antenne ad alta efficienza, cioè ad elevato guadagno perché capaci di catturare più “segnale utile” e meno rumore, il compito del centralino sarà più semplice e la ricezione più robusta anche nei casi più critici. Oggi esaminiamo da vicino i centralini della Serie 50 PRO di A.E.V., azienda varesina che da oltre 35 anni è punto di riferimento nel mercato delle apparecchiature elettroniche per la ricezione dei segnali televisivi. Tutti i prodotti vengono progettati e assemblati all’interno della nuova sede di Gazzada Schianno in provincia di Varese e sono quindi interamente “Made in Italy”.

Quattro varianti per ogni esigenza
La Serie 50 PRO comprende 4 modelli che si distinguono per il numero di ingressi, il livello di amplificazione e di uscita. Il modello AV50110/1930 è dotato di 4 ingressi (BIII, BIV, BV, UHF), presenta un livello di amplificazione massimo di 30 dB e un livello di uscita di 119 dBµV. Il modello AV50120/1940 offre gli stessi ingressi e il livello di uscita del modello precedente ma amplifica i segnali fino a 40 dB, mentre l’AV50121/1940/U si caratterizza per il doppio ingresso UHF (affiancato a quello della BIII) con amplificazione di 40 dB e uscita di 119 dBµV. L’ultimo modello, AV50130/2440, dispone di 4 ingressi, un livello di amplificazione di 42 dB e uscita di 124 dBµV.

Tutti centralini AEV sono realizzati con componenti meccanici ed elettronici di alta qualità per assicurare la massima efficienza, affidabilità e un’eccellente smaltimento del calore prodotto (ricordiamo che il centralino lavora incessantemente per 24 ore al giorno). Il pannello posteriore è realizzato in alluminio con nervature alettate per facilitare la dissipazione del calore e garantire un’eccellente rigidità senza incidere sul peso. Il guscio anteriore è invece in acciaio inossidabile di elevato spessore.

PER INFORMAZIONI
A.E.V.
www.aevelettronica.it

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http://www.01net.it/01NET/Photo_Library/1072/eur245_AEV_Serie50PRO_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti