Chiariamoci le idee

Canale Tv. Corrisponde normalmente ad un programma Tv analogico mentre, nelle trasmissioni digitali, il termine “canale” si associa all’emissione in radio frequenza di un singolo trasmettitore o transponder satellitare.

Programma Tv. Nelle trasmissioni digitali corrisponde ad un programma televisivo digitale che condivide con altri programmi tv digitali lo stesso canale o transponder.

Transponder. È l’unità di trasmissione a bordo di un satellite che ha il compito di trasmettere un canale Tv.

Banda di un canale Tv. È la gamma di frequenze all’interno della quale viene trasmesso un canale Tv. Ad esempio un canale terrestre può essere largo 7MHz (VHF) o 8 MHz (UHF) mentre uno satellitare può essere largo 27, 33, 36 MHz, secondo il tipo di satellite.

IF. È l’acronimo di Intermediate Frequency, ovvero frequenza intermedia. Si tratta della gamma di frequenza fornita dall’LNB di una antenna parabolica e corrisponde ad una gamma di frequenze più bassa (compresa tra 950 e 2150 MHz) rispetto a quella trasmessa dal satellite (compresa tra 10,7 e 12,75 GHz).

IF-IF. Con i termine conversione IF-IF si indica un processo di conversione per spostare un canale IF dalla sua frequenza originaria ad un’altra più conveniente per la distribuzione compresa nella gamma IF. Si usa anche per indicare la tecnologia di distribuzione monocavo di segnali IF.

QAM. È l’acronimo di Quadrature Amplitude Modulation ed indica un tipo di modulazione digitale utilizzato per distribuire via cavo coassiale un canale Tv digitale che trasporta un bouquet di programmi digitali. Con la tecnologia di transmodulazione QPSK-QAM un canale IF satellitare largo 33 MHz si può trasferire in un canale IF largo 7 o 8 MHz.

QPSK. Acronimo di Quaternary Phase Shift Keying, indica un tipo di modulazione digitale utilizzato per le trasmissioni via satellite digitali.

MSW. Acronimo di Multiswitch, ossia commutatore multiplo, è un dispositivo che funziona come una matrice di commutazione provvista di almeno 4 ingressi e 4 uscite. Può anche disporre di più di quattro uscite, normalmente fino a 16. Da ogni uscita si può selezionare l’ingresso dal quale ricevere i segnali IF, inviando un opportuno comando attraverso lo stesso cavo coassiale che collega un decoder satellitare al multiswitch.

Pubblica i tuoi commenti