Test decoder: Cobra Cigno HD

In sintesi
Cigno HD è probabilmente uno dei migliori zapper progettati da Cobra, un decoder dal prezzo contenuto ma ben dotato e capace di ottime prestazioni. Innanzitutto integra due diversi tuner HD, uno satellitare e uno terrestre, capaci di sintonizzare qualunque canale gratuito SD/HD e, nel caso del DTT, ordinarlo in base alla LCN. Sono presenti poi le funzioni PVR, per registrare un canale satellitare e contemporaneamente vederne uno terrestre, e Mediaplayer in grado di leggere qualsiasi formato (anche l’AVCHD dei camcorder HD e l’MKV) in unione a molte altre funzioni di contorno come il blocco di sicurezza del menu, lo spegnimento automatico e il backup/restore della lista canali.
Nel corso del test è emersa anche qualche piccola dimenticanza, come la durata predefinita della registrazione e il supporto SCR, oppure il curioso “baco” che associa al canale in registrazione un numero diverso da quello riportato nella lista: probabilmente per via dei molteplici ordinamenti possibili. Il ricevitore Cigno HD resta comunque un ottimo decoder, ideale per chi si appresta a rivoluzionare il proprio TV LCD o Plasma analogico (o digitale ma senza tuner HD) e aggiungere quelle funzioni come il PVR e il tuner SAT presenti solo sui modelli più recenti e costosi.

Dicembre 2014
I decoder Combo (oppure “ibridi” come a qualcuno piace definirli) sono apparecchi capaci di sintonizzare tanto i canali radiotelevisivi digitali terrestri DVB-T quanto quelli satellitari DVB-S o S2. Qualche anno fa, quando i TV in circolazione erano ancora analogici (non solo a tubo catodico ma anche LCD e Plasma), e la DTT muoveva i suoi primi passi, i Combo rappresentavano la soluzione ideale per vedere tutti i canali con la comodità di un solo apparecchio e un solo telecomando. Con l’integrazione del tuner DVB-T (e successivamente del DVB-S) nei TV LCD e Plasma, i Combo hanno perso parte del loro appeal, riuscendo però in seguito a ritrovarlo grazie a due importanti funzionalità: il tuner ad Alta Definizione e la videoregistrazione digitale, presenti solo nei TV LCD di ultima generazione di fascia medio-alta e con diverse limitazioni. Queste funzionalità rappresentano i “plus” del ricevitore Cigno HD oggi in prova, prodotto da Cobra. Si tratta di un Combo di ultima generazione dotato di tutto il necessario per gestire la maggior parte degli impianti satellitari fissi, motorizzati e centralizzati (con la sola eccezione degli SCR), sintonizzare fino a 4000 canali terrestri e satellitari in chiaro grazie al doppio tuner DVB-S2/T ad Alta Definizione, registrarli su chiavette e hard disk USB, mettere in pausa un programma e riprenderlo successivamente senza perdere nemmeno una scena (Timeshift). L’apparecchio può fungere anche da Mediaplayer, cioè riprodurre foto, musica e video, anche in 3D HD, ed è tanto sottile e compatto da poter essere collocato ovunque senza difficoltà. Da segnalare anche la triplice uscita AV (HDMI, SCART e Cinch) per facilitare il collegamento anche simultaneo con qualunque apparecchiatura, la telealimentazione di antenne attive terrestri, quattro liste preferite, la ricerca Blind Scan, la procedura di installazione rapida guidata, il timer per la visione e la registrazione programmata, la funzione di autospegnimento personalizzabile, il Parental Control (con blocco menu) e la compatibilità con le tracce audio Dolby Digital Plus trasmesse da alcuni canali in HD.

Menu intuitivo ad alta risoluzione
Il menu OSD è realizzato con cura, ben organizzato e di facile lettura grazie ai testi e alle icone colorate allineate all’apice della finestra che si “illuminano” quando viene selezionata una delle 7 sezioni principali: Gestione canali, Immagine, Ricerca canali, Data e ora, Opzioni, Sistema, USB.
Per facilitare la navigazione, ai piedi del teleschermo sono riportate le funzioni associate ad alcuni tasti del telecomando (OK, Exit, frecce).
Gestione canali contiene gli strumenti per l’organizzazione dei canali TV e Radio DTT e/o SAT come lo spostamento, il salto, il blocco con codice PIN a 6 cifre, la modifica del nome, la cancellazione e la copia in una o più liste preferite (massimo 4 - Film, Notizie, Sport, Musica). Per facilitare le operazioni, quando si evidenzia un canale appaiono sulla destra le immagini in miniatura e alcuni dati tecnici (es. satellite, frequenza, polarità, SR, larghezza di banda, ecc.). Sempre in questa sezione troviamo il “collegamento” alla guida EPG (stesso risultato del tasto dedicato sul telecomando) e la scelta dell’ordinamento canali (LCN, codificati/in chiaro, per frequenza o nome).
Immagine imposta il formato dello schermo (16:9 panoramico, 16:9 PillarBox, 16:9 Pan&Scan, 4:3 intero, 4:3 Pan&Scan, 4:3 Letterbox), la risoluzione HDMI (576i, 576p, 720p, 1080i, 1080p@50Hz), lo standard Tv (Pal o NTSC) e l’uscita video della Scart (CVBS o RGB).
Ricerca dei canali sintonizza i mux digitali terrestri e i transponder satellitari secondo diverse modalità che vedremo tra poco, imposta la parabola e i suoi componenti (LNB, switch DiSEqC, motore, ecc.) per ciascun satellite presente nell’elenco, il Paese per definire la corretta canalizzazione delle bande terrestri e l’ordinamento automatico dei canali, attiva la telealimentazione per le antenne attive che richiedono la tensione di 5 Vcc sul cavo coassiale. Sempre da questa sezione possiamo trasferire dal decoder a una chiavetta USB (e viceversa) le liste canali per “clonare” diversi esemplari dello stesso modello.
Ora regola l’orologio e la data automaticamente oppure manualmente, il fuso e attiva l’Autospegnimento che mette il decoder in stand-by trascorso l’intervallo di tempo impostato (da 1 a 12 ore).
Opzioni imposta la lingua del menu, dei sottotitoli, dell’audio principale, il formato dell’uscita digitale elettrica via Cinch e HDMI (PCM, RAW, RAW HDMI on) e protegge l’accesso al menu con il PIN.
Sistema ospita i settaggi del Parental Control per proteggere i programmi in base all’età suggerita, ripristina i valori predefiniti (reset), mostra le informazioni di sistema (versioni HW/SW), abilita la cronologia dei canali, ovvero un elenco degli ultimi canali sintonizzati, aggiorna il firmware manualmente via USB e attiva la funzione di upgrade automatico via OTA (solo satellite) all’orario desiderato.
USB conduce al Mediaplayer, configura alcune opzioni che vedremo in seguito, mostra le informazioni sull’unità USB (partizione, file system, spazio totale/libero), la formatta in FAT32 o NTFS e imposta lo spazio riservato al Timeshift.

Ricerca manuale e automatica con Blind Scan
Come in tutti i Combo, anche nel ricevitore Cigno la ricerca dei canali è indipendente per i due tuner. Quello terrestre DVB-T permette di esaminare le bande VHF e UHF, utilizzando la canalizzazione europea (ch. 5-15 - 177,5÷226,5 MHz e ch. 21-70 - 474÷866 MHz) oppure un solo canale specificando la larghezza di banda e verificando la qualità del segnale attraverso la barra colorata. Nessuna delle due modalità offre la possibilità di escludere i canali criptati, ossia quelli di Mediaset Premium e Nitegate, impossibili da vedere con uno zapper come il Cigno HD.
Per quanto riguarda invece il tuner DVB-S/S2, bisogna innanzitutto configurare il decoder in base all’impianto satellitare utilizzato, ovvero scegliere l’O.L. dell’LNB e impostare eventuali switch DiSEqC (1.0 e 1.1) oppure motori (DiSEqC 1.2 e USALS). Completata questa operazione, possiamo procedere con la sintonizzazione automatica di ogni satellite visibile, utilizzando il database integrato (aggiornabile manualmente o automaticamente) oppure la funzione Blind Scan (Ricerca Cieca) che esamina passo-passo la banda Ku o C, rileva le portanti, individua i parametri del transponder e memorizza i canali in esso contenuti. Entrambe le modalità automatiche permettono di escludere i canali criptati, sintonizzare solo i canali televisivi oppure quelli radiofonici, cancellare la precedente lista oppure mantenerla. Chi preferisce esaminare solo alcune frequenze può scegliere la ricerca automatica (tasto GOTO), selezionare uno o più transponder e procedere con la scansione, utilizzando gli stessi filtri di quella automatica (solo free/tutti, TV e/o Radio) oltre al “classico” NIT che estende la ricerca ai transponder collegati (ad es. quelli appartengono a un bouquet).
Durante la scansione, viene mostrata la frequenza esaminata con la polarità e il symbol rate (SAT) oppure la larghezza di banda (DTT), i canali TV e Radio trovati con il numero totale e la barra di avanzamento. Con la LCN abilitata, i canali terrestri vengono sempre memorizzati ai primi posti (fino alla posizione 900 circa), seguiti poi da quelli satellitari, mentre gli eventuali conflitti LCN sono risolti automaticamente.
La lista accessibile con il tasto OK riunisce tutti i canali TV oppure quelli radio, sia satellitari sia terrestri. E’ comunque possibile dividerli in base al tuner, così come scegliere un solo satellite. E’ presente anche un motore di ricerca (tasto rosso) per trovare il canale desiderato tra i 4000 che il decoder è in grado di memorizzare. Come anticipato, il ricevitore Cigno HD offre anche la possibilità di memorizzare l’elenco degli ultimi canali sintonizzati, ovvero una specie di cronologia che facilita lo zapping.

Banner essenziale, info dettagliate e EPG giornaliera
Il banner canale visualizza il numero e il nome dell’emittente sintonizzata, i titoli dei programmi in onda/successivo con l’orario di inizio/fine e la barra di avanzamento (solo evento in onda), l’orologio e alcune icone (preferito, codifica, ecc.). Sulla parte superiore destra dello schermo, sempre in sovrimpressione alle immagini televisive, viene replicato il numero del canale, di grandi dimensioni per una migliore visibilità. Gli approfondimenti sull’evento in onda e successivo, la frequenza di trasmissione, la larghezza di banda e la barra di qualità compaiono invece nella finestra attivabile con il tasto INFO.
La guida EPG mostra la programmazione a breve, ovvero l’evento attuale e successivo, oppure quella giornaliera (se disponibile) del solo canale sintonizzato con gli approfondimenti, l’ora e la data. Selezionando un evento futuro e premendo il tasto OK, si programma automaticamente il timer a scopo di promemoria o registrazione.

PVR più versatile grazie al doppio tuner
Il ricevitore Cigno HD offre una porta USB frontale che può accogliere una pen drive oppure un hard disk, anche di tipo autoalimentato da 2,5” e 1,8” ma solo se a basso consumo. Il decoder supporta entrambi i file system più diffusi, ossia FAT32 e NTFS, con possibilità di formattazione diretta da menu OSD.
Questa porta è utile principalmente a videoregistrare i programmi radiotelevisivi oppure a fermarli temporaneamente per riprenderne la visione in un momento successivo dallo stesso punto (Timeshift). Grazie al doppio tuner, è possibile registrare un programma satellitare mentre si guarda uno terrestre, oppure registrare e guardare due canali dello stesso tuner ma solo se appartenenti allo stesso mux/transponder, cioè sulla stessa frequenza.
La registrazione si attiva istantaneamente con il tasto REC oppure programmando il timer manualmente o automaticamente attraverso la guida EPG. Una volta avviata la registrazione istantanea non è possibile variarne la durata né accedere al menu. E’, invece, consentito cambiare canale e lista (Sat, DTT, ecc.), metterla in pausa per rivedere una scena appena trascorsa e consultare i dati tecnici (finestra INFO con l’omonimo tasto - spazio totale/libero disco, file system, dimensioni cluster, nome e dimensione file, spazio e tempo massimo di registrazione, ecc.).
Il Timeshift è disponibile anche durante la normale visione premendo l’omonimo tasto del telecomando mentre lo spazio su disco riservato a questa funzione è modificabile a piacere da menu (da 0,5 a 4 GB).
Le registrazioni sono accessibili dal telecomando premendo il tasto LIST oppure da menu (USB > Multimedia > Registraz) all’interno della cartella HBPVR. Oltre al nome (canale-data-ora), troviamo l’anteprima video, la durata, lo spazio occupato su disco e la possibilità rinominare o cancellare le singole registrazioni.
Per passare dalla modalità anteprima alla visione full screen bisogna premere il tasto rosso mentre con INFO appare una piccola finestra contenente altri dati come la risoluzione video e il frame rate. Le registrazioni avvengono in formato AVCHD e sono composte da tanti file con estensione .mts da 512 MB. Possono essere copiati su PC, uniti, riprodotti con la maggior parte dei software come Windows Media Player, VLC e Media Player Classic Home Cinema oppure convertiti in altri formati utilizzando il programma Format Factory.

Potente lettore multimediale
Il ricevitore Cobra Cigno HD offre anche un potente lettore multimediale compatibile con la maggior parte dei formati, codec e container in circolazione, ovviamente anche in Alta Definizione Full HD 1080p. Oltre ai classici JPEG e MP3, abbiamo testato diversi filmati in MKV, DivX, Xvid, AVCHD (M2TS) e quelli creati con un iPhone (MOV 1080p) e con uno smartphone Android (MP4) ottenendo sempre una riproduzione fluida e di alta qualità. Solo raramente, qualche file non viene riconosciuto oppure riprodotto senza audio.
I file MP3 sono accompagnati dalle informazioni ID Tag (artista, album, titolo, bitrate, campionamento, ecc.) mentre le foto JPEG possono essere viste in sequenza (slideshow), ruotate, ingrandite e visualizzate a mosaico.
Le apposite voci di menu permettono anche di impostare la dimensione e il colore (testo/sfondo) dei sottotitoli, la cadenza dello slideshow, l’effetto di transizione e il formato immagine (originale o forzato in base al rapporto d’aspetto).

PER INFORMAZIONI
Cobra
www.cobraspa.it
Tel. 039 68341

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti