Confermato il calendario 2011/2012

19 maggio 2011. Il calendario prevede un anticipo di 6 mesi rispetto all’ipotesi originaria e si articola in due semestri. Nel 2° semestre 2011 passeranno al digitale le regioni Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise e la provincia di Viterbo mentre nel 1° semestre 2012 toccherà a Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Il Ministro ha inoltre presentato la novità legislativa contenuta nel Decreto legge n. 34, in conversione al Senato, che ha introdotto con l’articolo 4 le misure di razionalizzazione dello spettro radioelettrico. La norma fornisce gli strumenti di legislazione primaria per dare avvio alle procedure per svolgere l’asta delle frequenze liberate dagli operatori televisivi così come previsto dalla Legge di Stabilità. Tenendo conto del dibattito svoltosi durante i lavori del CNID e, in particolare, rispondendo alle esigenze poste dalle associazioni delle TV locali e da alcune Regioni, il Ministro ha predisposto un gruppo di lavoro per approfondire l’impatto che il processo di razionalizzazione dello spettro radioelettrico avrà in ognuna delle regioni interessate.
www.sviluppoeconomico.gov.it

Pubblica i tuoi commenti