Connected Police Officer, smart glasses per i poliziotti 2.0

Febbraio
Il Connected Police Officer unisce comunicazioni voce e video e individua automaticamente i dati provenienti da diversi sensori (GPS, accelerometri, audio e contatti) indossati dall’agente di polizia e interfacciati via Bluetooth alla radio e ai dispositivi connessi. Il sistema riconosce le condizioni ambientali in cui si trova l’agente e si attiva per fornirgli le informazioni giuste al momento giusto, in relazione alle specifiche esigenze del momento. Gli smart glasses presentano un heads up display che viene attivato dalla radio via Bluetooth e che visualizza il cambio di canale e volume, lo stato della batteria, l’identificativo del chiamante e i messaggi in arrivo. La registrazione delle immagini può essere attivata dall’utente o dal centro di controllo, con la trasmissione video in tempo reale video grazie al palmare LEX755 mission-critical LTE di Motorola Solutions.
Una cintura “intelligente” dotata di sensori, viene attivata in risposta a determinate azioni, come l’estrazione dalla fondina della pistola, del taser o dello spray al peperoncino, e attiva la trasmissione del video dell’azione in corso e la posizione geografica all’IDP. Tutto questo può essere attivato anche in combinazione con il monitoraggio delle attività e dei parametri biometrici personali: in questo caso il sistema invia un avviso automatico alla sala di controllo quando l‘attività monitorata superi i normali parametri operativi.
www.motorolasolutions.com

Pubblica i tuoi commenti