Current Tv. La rete di Al Gore sbarca su SKY

Maggio 2008. Current Tv si propone come un nuovo modo di fare e proporre televisione con al centro di ogni ragionamento l’utente, lo spettatore, che diventa parte integrante e sostanziale del palinsesto.
Qualcuno la definisce una vera e propria rivoluzione nel modo di concepire la Tv, qualcun altro parla di “democratizzazione del video”; di sicuro l’idea nata dal suo fondatore e attuale presidente, Al Gore, ha riscosso un forte successo in tutto il mondo.

«La formula di Current Tv sta tutta nel voler “liberare” la televisione dai soliti schemi - spiega Tommaso Tessarolo - non più un mezzo nelle mani di pochi, ma un’opportunità per tutti di inserire i propri contenuti, attraverso due strumenti, strettamente legati tra loro: il canale e il sito web».
Il 30% del palinsesto di Current Tv è fatto di contenuti VC2, ovvero video di breve durata (dai 2 ai 10 minuti) generati dalla comunità di videomaker, indipendenti e in genere non professionisti, con la quale Current Tv instaura un rapporto di collaborazione e partecipazione.
Chi ha talento e voglia di esprimere il proprio punto di vista finalmente può farlo. Con in più la garanzia di una retribuzione economica (dai 200 ai 1000 euro) per tutto il materiale mandato in onda.

«I Pod, questo il nome che diamo ai brevi video (1-8 minuti di media) mandati in onda, sono proposti in un palinsesto lineare ma non ad appuntamento - dice sempre Tessarolo - i generi trattati sono tutti legati al nostro target di riferimento: giovani adulti tra i 18 e i 34 anni, sia uomini sia donne, ai quali offriamo un contenuto di informazioni e approfondimenti su quello che sta accadendo in Italia e nel mondo: attualità, conflitti, nuove mode e tendenze, musica, spettacolo, arte, cultura, ambiente e tanto altro ancora. I Pod sono divisi in più di 60 famiglie di vario genere».

I videomaker possono inviare il loro materiale o contattando direttamente il dipartimento VC2, diretto da Davide Scalenghe, oppure possono ricorrere alla piattaforma online: i video più votati e ritenuti in linea con i contenuti dell’emittente verranno mandati in onda in Tv.

«Il restante 70% del palinsesto è costituito da contenuti originali, sempre sotto forma di Pod - continua Tessarolo - realizzati in Italia o presi dalla library inglese. Current Tv ha inviati in tutto il mondo».

Sei ore di diretta ogni giorno
Inoltre, e questa è una novità assoluta per tutto il network, in Italia Current Tv avrà 6 ore di diretta ogni giorno - weekend esclusi - nella forma di brevi intervalli tra i vari Pod.
«Giovani presentatori, autori anche della trasmissione, commenteranno in diretta i temi più “caldi” della giornata - aggiunge Tessarolo. - Ci saranno almeno 4 trasmissioni di questo tipo ogni giorno e la cosa importante è che il pubblico potrà interagire da casa attraverso il sito, con la mail e con strumenti studiati ad hoc».

La componente online è l’altro punto di forza del progetto.
Il sito Current.com (a maggio parte anche la versione in italiano) nasce alle origini come “semplice” supporto alla comunità dei VC2. Oggi è diventato un vero e proprio social network, dove le notizie e le informazioni vengono proposte, filtrate e pesate dalla comunità stessa, in uno sforzo partecipativo costante che produce un eccezionale e sempre aggiornato spaccato di ciò che sta accadendo nel mondo, nella Rete, delle nuove tendenze. Curiosità ma anche i fatti più scottanti.

Pubblica i tuoi commenti