Decoder – RS-232 vs USB

Ho notato che alcuni decoder da voi testati dispongono ancora della porta seriale RS-232 presente nei modelli di tanti anni fa. Per quale motivo si mette ancora la RS-232 quando la USB è molto più pratica e veloce? Grazie per l’eventuale spiegazione e buon lavoro.

Simone S.

La presenza contemporanea delle porte RS-232 e USB in molti decoder può avere diverse spiegazioni. La principale è che le due porte hanno utilizzi differenti: la USB viene principalmente utilizzata per registrare (nei modelli PVR Ready), riprodurre file multimediali (in quelli con Mediaplayer), caricare settings e aggiornare il firmware da chiavette e hard disk USB. Quasi mai le porte USB presenti nei decoder permettono, invece, il collegamento diretto al PC per l’invio di file (settings, firmware, bootloader) e le verifiche diagnostiche, compiti che invece la RS-232 è in grado di svolgere perfettamente, soprattutto nei laboratori di riparazione.
La RS-232 è, inoltre, fondamentale per “rianimare” un decoder che ha subito danneggiamenti al bootloader o al firmware e che non può completare correttamente la procedura di avvio, perché è sempre attiva, fin dal primo momento in cui viene alimentato il decoder. I lettori che hanno sperimentato l’aggiornamento firmware via PC con cavo seriale RS-232 ricorderanno sicuramente che, dopo aver lanciato il programma di upgrade sul PC e selezionato il firmware, basta accendere il decoder con l’interruttore posteriore (o inserire la spina) per avviare immediatamente il trasferimento dei dati.
La porta USB, invece, ha bisogno di un suo supporto software (driver) caricato successivamente all’avvio e che potrebbe essere indisponibile se il bootloader è danneggiato o se, per qualsiasi altro motivo, il decoder non riesce a riavviarsi completamente. La RS-232 è presente in molti più decoder di quanti non si pensi: oltre alla classica presa D-Sub a 9 pin che si trova sul retro, molti modelli presentano 3 o 4 pin sulla motherboard che, con gli appositi cavi in dotazione ai centri di assistenza, permettono di collegare il decoder con un PC o con uno strumento di diagnostica.

Pubblica i tuoi commenti