Decoder Sat FTA Morgan’s X35

In sintesi
Morgan’s X35 è un decoder facile da utilizzare, dotato di numerose funzioni e in grado di gestire con facilità qualsiasi impianto d’antenna. Il prezzo contenuto lo rende molto appetibile a chi muove i primi passi nel mondo dei satelliti, senza però rinunciare ad alcune comodità funzionali.
In evidenza la ricerca canali automatica passo-passo, il banner ricco di informazioni (anche tecniche) e la compatibilità con gli impianti motorizzati DiSEqC 1.2 e 1.3 (USALS). L’assenza dell’uscita video RGB dalla Scart TV, l’unica che garantisce immagini di qualità con qualsiasi schermo televisivo di grandi dimensioni, non ci permette tuttavia di esprimere un giudizio totalmente positivo.

Luglio 2008. Chi si affaccia per la prima volta sul mondo della Tv satellitare e cerca un decoder versatile, funzionale e al tempo stesso economico, non ha che l’imbarazzo della scelta.
Le proposte sono tante e tutte interessanti ma solo alcuni modelli possono offrire alcuni “plus” davvero distintivi.

Nel caso del Morgan’s X35 i “plus” sono molti e tutti di rilievo: 4500 canali di memoria, compatibilità con qualsiasi versione DiSEqC, dalla semplice 1.0 per gli impianti dual-feed fino al motorizzato 1.2 e 1.3 (USALS), doppia presa Scart (purtroppo incompatibile RGB), uscita audio digitale elettrica, porta seriale RS-232 e uscita antenna passante per “alimentare” un secondo decoder come lo Skybox.

Inoltre, il firmware è facilmente “patchabile” per trasformare il decoder da semplice free-to-air a potente all-cam con emulazione non solo del sistema di codifica ma anche delle chiavi di accesso ai principali canali pay-tv europei.

Per semplificare l’installazione l’apparecchio è già preprogrammato con tutti i canali ricevibili dagli slot satellitari di Turksat (42° Est), Hellas Sat (39° Est), Astra (28,2° e 19,2° Est), Eutelsat W2 (16° Est), Eutelsat Hot Bird (13° Est), Sirius (5° Est), Amos (4° Ovest), Eutelsat Atlantic Bird (5° Ovest) e Hispasat (30° Ovest), supporta i setting via PC, dispone di una modalità di ricerca passo-passo che rileva anche i transponder di nuova attivazione e può essere aggiornato via seriale oppure via satellite attraverso i satelliti Astra a 19,2° Est.

Ovviamente non mancano i vari gadget e le funzioni di contorno ormai presenti sulla stragrande maggioranza dei set-top-box digitali come il timer VCR, la guida EPG, il mosaico multicanale, la ricerca automatica e manuale, il teletext integrato con 800 pagine di memoria, i giochi Tetris/Snake/Othello.
Per contenere i costi, al posto del tradizionale display numerico troviamo una coppia di Led per indicare l’accensione e lo spegnimento dell’apparecchio.

Menu multi-finestra
Il menu OSD è composto da tre finestre: la prima contiene le icone associate alle 5 sezioni principali: Lingua, Canale, Installazione, Impostazioni sistema, Strumenti, navigabili con i tasti freccia su/giù del telecomando, la seconda mostra le funzioni associate ai tasti del telecomando (selezione, modifica, immissione, uscita menu) mentre la terza contiene le voci ed i sottomenu di ogni singola sezione.
Le finestre con le icone e le funzioni rimangono costantemente visibili sul teleschermo per ricordare all’utente la posizione all’interno del menu e le opzioni disponibili.

Dalla sezione Lingua possiamo scegliere la traduzione delle voci di menu; il menu Canale permette di spostare, ordinare, bloccare, cancellare i canali radiotelevisivi memorizzati nell’elenco generale (singolo o tutti), modificare o creare un nuovo canale inserendo il transponder, la frequenza e gli altri parametri di sintonia (SR, polarità, nome, PID), trovare l’emittente desiderata tramite motore di ricerca, selezionare i canali preferiti.

La voce Installazione riguarda l’impostazione dell’impianto di ricezione (satellite, tipo LNB, DiSEqC, posizionatore DiSEqC 1.2 e USALS, toneburst, polarità, ecc.), la gestione del database dei canali e dei satelliti (aggiunta, modifica o eliminazione) e la ricerca dei canali.

In Impostazioni sistema possiamo attivare la scelta della lingua audio principale/secondaria, dello standard video, del formato immagine e audio digitale, del canale di avvio, le impostazioni dell’orologio (GMT, fuso, regolazione automatica/manuale, sovrimpressione orario), la programmazione dei timer VCR (8 eventi), la personalizzazione dell’OSD (sottotitoli, durata e trasparenza banner), la gestione del Parental Control (blocco accesso installazione e canali, modifica password), l’attivazione e la disattivazione dell’alimentazione all’LNB.

Nella sezione Strumenti possiamo visualizzare la consueta finestra con i dati di programmazione del decoder e resettare il decoder per riportarlo ai valori predefiniti (senza però cancellare l’elenco dei canali), ed ancora aggiornare il firmware via PC (RS-232) o satellite (OTA) nonché giocare a Tetris, Snake e Othello.

Ricerca automatica passo-passo
Morgan’s X35, come tutti i decoder digitali, permette di ricercare i canali in modo automatico oppure manuale. Al primo caso appartengono le modalità Scansione predefinita e Scansione automatica che esaminano uno o più satelliti memorizzando i canali Tv e radio trovati.
Tuttavia, mentre la prima si appoggia al database interno dei transponder (modificabile come visto in precedenza), la seconda effettua una ricerca minuziosa passo-passo utilizzando valori standard di FEC e SR.
In entrambi i casi è possibile scegliere se memorizzare i soli canali in chiaro oppure tutti indistintamente, le TV e/o le radio.

La ricerca manuale si concentra, invece, sul singolo transponder offrendo all’utente anche la possibilità di verificare la qualità e il livello del segnale tramite due barre con il dato percentuale. In questa modalità l’unico filtro disponibile è quello dei canali free e/o criptati, mentre non è prevista la possibilità di specificare i codici PID.
Tuttavia, conoscendo questi dati, è possibile creare nuove emittenti all’interno della sezione Canali in modo da ritrovarle automaticamente nella lista generale.

Durante la scansione vengono mostrati i canali trovati (divisi tra Tv e Radio), il transponder esaminato (con tanto di frequenza, polarità, symbol rate e numero sul totale presente) e la barra di avanzamento.

Con i tasti List o OK si accede alla lista dei canali che mostra le emittenti contenute nei vari gruppi (satelliti, preferiti, ecc.), le immagini in formato ridotto, i dati tecnici principali (satellite, frequenza, polarità, SR, PID).
In pratica si tratta della stessa finestra della sezione Canali del menu OSD che permette anche lo spostamento, l’ordinamento, la ricerca e la modifica dei canali. Lo zapping si effettua anche con i tasti CH su/giù (joypad) oppure digitando il numero del canale con il tastierino numerico.

Informazioni tecniche dettagliate
Il banner di colore azzurro contiene numero e nome del canale, satellite dal quale trasmette, titolo del programma in onda/successivo, lista di appartenenza (singolo satellite, tutti i satelliti, preferito), orologio, datario e alcune icone relative a teletext, sottotitoli, EPG, ecc.

La leggibilità di alcune informazioni non è ottimale a causa del colore bianco utilizzato per il testo e le icone. Premendo il tasto “i” appare sullo schermo una nuova finestra con numerose informazioni tecniche sul segnale (frequenza, O.L. LNB, SR, polarità, DiSEqC, PID) oltre alle barre di livello e qualità.
Con il tasto “1” è addirittura possibile attivare la segnalazione acustica del livello di segnale (al posto dell’audio televisivo) che permette di semplificare il puntamento dell’antenna anche quando si è lontano dal Tv e non si dispone di uno strumento di misura.

La guida EPG fornisce le informazioni base (evento in onda e successivo con orari di inizio/fine, tema ed età minima consigliata per i canali selezionati dall’elenco che appare sulla sinistra) oppure il palinsesto completo giornaliero (fino alle due settimane successive) di una singola emittente.
Non mancano nemmeno gli approfondimenti sui singoli eventi e la possibilità di programmare direttamente il timer.

Patch sul web
Morgan’s X35 appartiene alla nuova generazione di decoder “easy patching”, ossia riprogrammabili con appositi firmware modificati che consentono l’emulazione dei principali sistemi di accesso condizionato e delle chiavi per la visione di alcune pay-tv.

Questi firmware si possono trovare facilmente su Internet digitando la sigla “M3329 E1” che corrisponde alla CPU utilizzata da questo e molti altri “cloni” (Comag, Silvercrest, ecc.).
Ricordiamo, tuttavia, che la riprogrammazione del firmware e l’inserimento delle chiavi di accesso senza possedere un regolare abbonamento sono vietati dalla legge.

Tra le altre caratteristiche dell’X35 segnaliamo il mosaico multicanale (9 immagini di altrettanti canali Tv continuamente aggiornate), il fermo immagine digitale e lo zoom fino a 16x.

Collegamenti possibili
Il parco connettori del decoder Morgan’s X35 è abbastanza completo pur con qualche limitazione non giustificata né dalle dimensioni ultraslim né dalla circuiteria hardware.

A partire da sinistra, troviamo le due prese IF per il collegamento a LNB (ingresso) ed eventuali decoder in cascata (uscita passante), tre prese Cinch RCA che mettono a disposizione i segnali audio analogici e digitali S/PDIF, due Scart per Tv e VCR capaci di gestire solamente segnali video Composito (quasi sicuramente per una limitazione firmware).
Al centro è visibile la presa seriale RS-232 utilizzata per l’aggiornamento firmware ed il trasferimento dei setting da PC mentre a destra, accanto al cordone di alimentazione, è posizionato l’interruttore generale.

L’uscita audio digitale elettrica è compatibile con lo stream Dolby AC3 mentre la Scart VCR è di bidirezionale, ovvero accetta in ingresso i segnali audio/video provenienti da altri apparecchi (es.: DVD, decoder DTT, console) per dirottarli verso la presa Scart TV.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna: 1/1 (passante)
Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: 4500
Symbol Rate: 1÷35 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2
Connessioni Video: 2 Scart (TV: CVBS out; VCR: CVBS in/out, RGB in)
Connessioni Audio: 3 Cinch (analogico stereo e digitale elettrico S/PDIF compatibile Dolby AC3)
Presa RS232: D-Sub 9 pin
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato con 800 pagine di memoria e disponibile su uscita video (VBI)
Altre funzioni: Mosaico Multiscreen, fermo immagine e zoom digitale, upgrade via sat/RS-232, giochi
Alimentazione: 100÷240 Vac - 50/60 Hz
Consumo: 10 watt max (2 watt in stand-by)
Dimensioni (LxAxP): 285x48x170 mm
Peso: 1 kg
Prezzo: Euro 36,00

DA SEGNALARE
+ Semplicità d’uso e configurazione
+ DiSEqC 1.0/1.2/1.3 USALS
+ Doppia ricerca automatica
+ Prezzo contenuto
+ Dimensioni ridotte
-  Scart TV senza RGB

Dati apparecchio in prova
Versione HW: A5AA100A120D1P
Versione B/L: M29C 1.2.0.1
Versione SW: FTA 35DE CMG-0.3.1.3 (24/09/2007)

PER INFORMAZIONI
Chip Planet
www.chipplanet.it
Tel. 091 525455

Pubblica i tuoi commenti