Decoder Sat FTA TechniSat DigitSim S2

In sintesi
La nuova proposta di TechniSat è molto interessante per le soluzioni adottate (primo tra tutti il lettore SIM Card), la praticità d'uso e la configurazione resa possibile dall'ottimo menu OSD e dalle molteplici possibilità di collegamento ad impianti satellitari di tipo fisso e motorizzato. Non manca la CAM Conax/Cryptoworks integrata, il telecomando multifunzione (Sat, TV, VCR) mentre la doppia alimentazione 12 Vcc/220 Vca e, soprattutto, le dimensioni miniaturizzate lo rendono il prodotto ideale per l'installazione su mezzi mobili. Il parco collegamenti è fin troppo essenziale: solo tre prese (Sat, alimentazione, Scart) e nessuna uscita audio dedicata di tipo analogico o digitale.

Ottobre 2007. Molti ricorderanno che i telefoni cellulari fino ad una quindicina di anni fa utilizzavano prevalentemente il formato “Credit Card” per le SIM Card degli abbonamenti e dei primi prepagati.
I terminali in voga a quel tempo (come ad esempio il mitico Motorola 8700) presentavano infatti dimensioni ben più importanti rispetto ai microcellulari odierni e potevano tranquillamente ospitare al loro interno una Subscriber Identity Module Card da 85x55 mm.
Con la progressiva riduzione degli ingombri dei terminali si è rapidamente passati alle SIM Card “francobollo” (mini SIM - 15x25 mm), ossia il formato attualmente utilizzato da tutti i telefoni cellulari.

Lo stesso processo evolutivo sembra interessare ora anche i decoder satellitari, almeno quelli del segmento “mobile”, progettati per operare anche a bordo di camper e altri automezzi. Il motivo è presto detto: l'eliminazione di un lettore smart card ISO 7816 che occupa, all'interno di un decoder digitale, uno spazio di almeno 50x70 mm (solitamente su basetta separata), per un set-top-box ultracompatto rappresenta un risparmio di spazio che può arrivare fino al 25%.

Il TechniSat DigitSim protagonista della prova di questo mese è il primo esemplare di decoder satellitare ad adottare il nuovo formato SIM Card che ha permesso ai progettisti di utilizzare, in pratica, lo stesso telaio già adottato dal DigitMod T1, il mini decoder DTT zapper del costruttore tedesco, che misura solo 11x16 cm.
Tanto per capirci, il DigitSim è addirittura più stretto del suo telecomando e la superficie complessiva è paragonabile a quella di una videocassetta VHS. Se poi consideriamo che può funzionare anche a 12 Vcc (la sezione di alimentazione è esterna) non è difficile comprendere come possa essere comodamente installato su camper e altri mezzi mobili, consentendo la ricezione dei canali satellitari anche lontano da casa.
Il lettore SIM Card è associato ad una CAM integrata compatibile con i sistemi di accesso condizionato Conax e Cryptoworks per la visione dei contenuti a pagamento codificati con questi standard, oltre che a quelli gratuiti.

Per il resto, il DigitSim ripropone le stesse ottime funzioni e dotazioni degli altri decoder satellitari e combo di TechniSat, come il menu OSD ricco di voci e semplice da navigare, la memoria da 4000 canali, il teletext integrato con 1000 pagine di memoria, la compatibilità con gli impianti motorizzati (DiSEqC 1.2), la guida EPG SiehFern INFO e l'ordinamento dei canali ISIPRO.

Per ragioni di spazio, il display numerico viene sostituito da due Led che, a seconda del colore e della frequenza di lampeggio, forniscono informazioni sullo status operativo dell'apparecchio.

Eccellente menu

Il menu OSD adottato dal DigitSim è lo stesso già visto in altri decoder TechniSat e si caratterizza per l'elevata leggibilità dei testi inseriti in una grafica multicolore ad alta risoluzione. L'organizzazione delle voci, le procedure di ricerca dei canali e di impostazione dei settaggi e le schermate di aiuto (help) sono state pensate per l'utente comune, con pochi e semplici passi per configurare il proprio apparecchio.
Abbiamo riscontrato qualche imprecisione di traduzione delle voci che saranno sicuramente risolte nelle prossime release del firmware.

Nella schermata principale troviamo sette voci: Ricerca emittente, Impostazioni, Organizzazione timer, Organizzazione lista TV, Organizzazione lista radio, Accesso condizionato e Lingua menu.

In Ricerca emittente si trovano le quattro procedure di ricerca dei canali, ovvero automatica, satellite, transponder e manuale.
Organizzazione timer permette di visualizzare i timer già programmati o di creare nuovi eventi per consentire l'accensione e lo spegnimento automatici del decoder per la visione (reminder) o la registrazione dei programmi con apparecchiature esterne (VCR, DVD recorder, ecc.).

Organizzazione lista TV
e Organizzazione lista radio comprendono diverse opzioni per riordinare, cancellare, spostare i canali dell'elenco generale, copiarli nelle liste TV/Radio, oppure riorganizzare queste ultime (considerate come “preferite”).

Accesso condizionato riguarda la consultazione dell'eventuale smart card SIM Conax/Cryptoworks inserita nello slot, mentre Lingua menu permette di scegliere l'idioma da utilizzare per le voci dell'OSD.

I settaggi relativi all'impianto di ricezione, alle apparecchiature collegate e le altre opzioni di personalizzazione del decoder si trovano, come di consueto, in Impostazioni dove, grazie a 7 diversi sottomenu, è possibile configurare la funzione Parental Control (blocco singoli canali TV/radio e modifica codice PIN), l'aggiornamento dei dati della guida ai programmi proprietaria SFI (SiehFern Info), regolare il fuso orario in base al Paese di residenza, impostare il codice telecomando (se si utilizzano due decoder Sat della stessa casa e si vogliono evitare “conflitti”), scegliere il formato dello schermo TV, la lingua audio e sottotitoli, i segnali video in uscita dall'unica Scart disponibile (Composito CVBS o RGB), configurare l'impianto di ricezione (switch DiSEqC, antenna Mulytenne) e i parametri dell'LNB per ciascun satellite, visualizzare i dati di programmazione del ricevitore (hardware, software, seriale, ecc.), “resettare” il decoder ai valori originari (impostazioni di fabbrica), cancellare tutti i programmi, scaricare la lista canali aggiornata ed ordinata e le nuove versioni del firmware direttamente dal satellite Astra (OTA).

Per semplificare ulteriormente l'installazione e la configurazione, anche questo modello dispone della procedura automatizzata che, alla prima accensione, guida l'utente passo-passo alla selezione della lingua, del Paese di origine e della configurazione dell'impianto di ricezione.

Quadrupla ricerca dei canali

Il DigitSim S2 può contare su quattro diverse procedure di sintonizzazione dei canali digitali: automatica, satellite, transponder e manuale.
La prima permette di ricercare i canali che vengono trasmessi da tutti i satelliti captabili con il proprio impianto, quella satellite consente di selezionare i singoli satelliti (oppure tutti), transponder serve per fissare l'attenzione su una singola frequenza (con possibilità di inserire anche il valore di symbol rate, polarità e verificare il livello del segnale), mentre manuale è identica alla precedente ma offre in più il pieno controllo dei codici PID (video, audio e PCR).

In tutti i casi è presente il tradizionale filtro per escludere i canali pay-tv nel caso in cui non si disponga di alcun abbonamento.

Durante la scansione delle bande vengono mostrati i canali TV e radio incontrati, la barra di progresso, il numero e la frequenza del transponder esaminato rispetto al totale mentre al termine è possibile decidere se aggiungere automaticamente tutti i canali trovati (che vengono salvati nella lista generale) anche a quella TV/Radio con possibilità o meno di ordinamento.

EPG standard
e personalizzata


Il banner canale monocromatico è di facile e chiara lettura grazie ai caratteri di grandi dimensioni e alla presenza di icone.

Mostra il numero e il nome del canale sintonizzato, l'orario corrente, la lista di appartenenza (TV/Radio), il titolo del programma in onda con l'orario di inizio/fine e numerose icone (chiave per i canali codificati, teletext, sottotitoli, formato panoramico 16:9, audio multiplo e Dolby, ecc.).

Per ottenere maggiori informazioni sulla programmazione si può decidere di premere il tasto “i” (un click per le info estese sul programma attuale e due per quelle del programma successivo) oppure accedere alla EPG che, come in altri prodotti TechniSat, è basata sul servizio SFI (SiehFern Info - www.siehferninfo.de).
Si tratta di una piattaforma di raccolta delle informazioni dei palinsesti dei canali televisivi (nella stragrande maggioranza tedeschi come ARD, ZDF, RTL) curato da TechniSat e distribuito attraverso il satellite Astra o la rete di trasmissione DVB-T tedesca.

All'interno della sezione Programmi della guida SFI è disponibile, tuttavia, anche la guida EPG di tipo standard per tutti gli altri canali che offrono questo servizio, solitamente limitato all'evento attuale e successivo.

Per rendere ancora più versatile l'impiego della guida sono disponibili alcuni strumenti che permettono, tra gli altri, di programmare automaticamente e consultare l'elenco dei timer di videoregistrazione/visione e selezionare gli eventi per genere di trasmissione (film, Tg, show, sport, musica, bambini, ecc.).

CAM integrata con lettore SIM Card

Come anticipato, all'interno del decoder è presente una CAM Conax/Cryptoworks con il relativo lettore di smart card (formato SIM Card) per l'accesso ai canali a pagamento.

A differenza di altri decoder presenti sul mercato, non esistono sul web strumenti e firmware alternativi per riprogrammare la CAM allo scopo di emulare altri sistemi di accesso condizionato.
È l'ulteriore conferma della serietà di un'azienda come TechniSat, sempre in prima fila nella lotta contro la pirateria.

Collegamenti possibili
Parlare in questo caso di un “parco connessioni” è sicuramente eccessivo visto che il DigitSim offre solo tre prese: quella per l'antenna Sat o il motore, commutatore DiSEqC o partitore di segnale, la Scart compatibile con i segnali video CVBS/RGB e l'audio analogico, e l'alimentazione 12 Vcc tramite trasformatore esterno. L'assenza delle uscite audio digitale, video aggiuntiva e antenna IF (passante) è giustificata dal tipo di prodotto e dalla sua destinazione ma i progettisti avrebbero potuto fare un piccolo sforzo almeno per l'uscita audio analogica, in modo da consentire la trasmissione del segnale audio all'interno del mezzo mobile attraverso un sistema centralizzato

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna IF: 1/0
Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: 4000
Symbol Rate: 2÷45 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2
Memoria Flash/SDRam: n.c.
CPU: Conexant CX24142
Connessioni Video: 1 Scart (CVBS out, RGB out)
Connessioni Audio: Tramite Scart (analogico stereo out)
Presa RS232: No
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato con 1000 pagine di memoria e disponibile su uscita video (VBI)
Altre funzioni: EPG SFI, riorganizzazione canali ISIPRO, OTA
CAM integrata: Si, Conax/Cryptoworks con lettore smart card di tipo SIM Card
Alimentazione: 12 Vcc (tramite alimentatore separato 180÷250 Vac - 12 Vcc 1,6 A)
Consumo: 20 watt max
Dimensioni (LxAxP): 160x38x110 mm
Peso: 200 g
Prezzo: Euro 89,00

DA SEGNALARE
+ Dimensioni miniaturizzate
+ CAM Conax/Cryptoworks integrata
+ Slot smart card SIM Card
+ Facile da installare e configurare
+ Telecomando multifunzione
- Uscite audio assenti

Dati apparecchio in prova
HW: 25.32 (20)
SW: 2.22.0.1 (725) (22/03/2007)

PER INFORMAZIONI
Eldor Innovazione
www.eldorinnovazione.com
Tel. 031 636111

Pubblica i tuoi commenti