Decoder TivùSat HD PVR Humax HD-5400S

In sintesi
Si tratta del TivùBox più completo, veloce e “performante” oggi disponibile in commercio, un vero gioiello (anche esteticamente) che dimostra già un’eccellente stabilità nonostante la prima release del firmware. Il segreto, a nostro avviso, sta nell’aver perfettamente amalgamato le funzionalità TivùSat con quelle di un decoder HD ad alte prestazioni, superando così quelle limitazioni presenti nei Tivùbox concorrenti. L’apparecchio, infatti, è capace di adattarsi a diverse tipologie di impianto (fisso mono/dual/multi feed, motorizzato, centralizzato monocavo con tecnologia SCR), integra anche una CAS Conax e supporta i servizi Video On Demand broadband. La compatibilità DLNA gli consente di operare come “renderer”, ovvero riprodurre i file multimediali condivisi in rete mentre il PVR, per la prima volta disponibile su un TivùBox, consente la videoregistrazione di qualunque programma radiotelevisivo seppur con alcuni limiti introdotti per ragioni di copyright. L’unico baco riscontrato durante il test riguarda gli applicativi MHP che, spesso, non vengono caricati correttamente. Il prossimo aggiornamento dovrà tenerne conto e, possibilmente, consentire anche la fruizione della tanto attesa versione finale della guida EPG Tivù (il cui sviluppo, però, non dipende dall’azienda coreana).

Aprile 2011. Fin dalle origini, l’azienda coreana Humax si è contraddistinta per una produzione improntata alla concretezza e all’affidabilità, senza “cedere” alla tentazione di riempire i propri decoder con gadget di vario tipo, in particolar modo multimediali. Un orientamento, per certi versi, “refrattario” che ha comunque permesso al marchio di raggiungere traguardi importanti e una lusinghiera fama sul mercato. Ora, però, i tempi sono cambiati e il set-top-box si è trasformato da semplice ricevitore di segnali a strumento multifunzionale in grado di interagire con altri componenti audio/video e con le reti broadband presenti nelle abitazioni.

Anche Humax si è dovuta adeguare a questo trend presentando diversi modelli improntati alla multimedialità. Il primo a debuttare alcuni mesi fa è stato il box interattivo terrestre in Alta Definizione HD-5500, capostipite della nuova generazione di decoder multifunzionali alla quale appartiene anche il nuovo TivùBox HD-5400S che trae ispirazione proprio dall’HD-5500T non solo dal punto di vista tecnologico ma anche da quello estetico. Lo Humax HD-5400S si differenza in modo sostanziale dalla maggioranza dei Tivùbox disponibili sul mercato. Innanzitutto il tuner singolo DVB-S/S2 è compatibile con i canali in Alta Definizione di prossimo debutto sulla piattaforma TivùSat e con tutti quelli che trasmettono in chiaro su altre frequenze (es. su Astra 19,2° Est ed Eurobird 9° Est). In secondo luogo, l’HD-5400S si presenta come un decoder particolarmente evoluto sul fronte multimediale grazie alla porta Ethernet che permette la riproduzione dei contenuti audio/video condivisi in rete da altri dispositivi DLNA come PC desktop, notebook, HDD multimediali, NAS e l’accesso ai nuovi servizi on-demand (es. OTTV - Over-the-Top TV) attraverso le reti broadband come l’ADSL. La porta USB posizionata sul pannello frontale e nascosta dietro ad uno sportellino è anch’essa dedicata alle funzionalità Mediaplayer (file system FAT32, NTFS o EXT3) ma permette anche di registrare i programmi televisivi su hard disk esterni formattati in EXT3 e di mettere in pausa una trasmissione, riprendendola successivamente in differita (Timeshift).

Il doppio CAS Nagravision e Conax permette di decodificare i canali TivùSat e di altri operatori sfruttando il doppio lettore smart card mentre la piattaforma MHP assicura l’accesso ai servizi interattivi, anche di tipo broadband. Tutta la sezione video è improntata all’Alta Definizione per sfruttare le potenzialità dei TV LCD/Plasma, dei monitor e dei videoproiettori HD Ready e Full HD non solo con i contenuti HD ma anche con quelli SD upscalati fino a 1080i. Completano il quadro il supporto alle parabole fisse,  motorizzate ed agli impianti UniCable (DiSEqC 1.0, 1.2, 2.0, SCD/SCR), il display frontale a LED, l’aggiornamento del firmware via etere e USB.

Menu OSD di nuova concezione
Il menu OSD è molto simile a quello del modello HD-5500T e si apprezza per la grafica ad alta risoluzione, l’organizzazione logica delle voci e dei sottomenu, la presenza di icone di grandi dimensioni associate alle 7 sezioni principali - Elenco canali, Guida TV, Video, Musica, Foto, Impostazioni - e la possibilità di sovraimporre le schermate alle immagini televisive (con trasparenza variabile).

Elenco canali contiene gli strumenti per l’ordinamento delle emittenti memorizzate (alfabetico, numerico, LCN o tramite filtri – satellite, tutti, codifica utilizzata), l’editing (blo
cco, eliminazione, cambio nome) e l’inserimento in una o più liste preferite (massimo 5).

Guida TV visualizza sullo schermo la EPG standard (equivalente al tasto GUIDE del telecomando).

Video, Musica e Foto riguardano le funzionalità e le opzioni del Mediaplayer.

I settaggi del decoder sono tutti concentrati nella sezione Impostazioni, a sua volta composta da 6 sottomenu: Preferenze, Elaborazione canali, Installazione, Sistema, Servizio TivùSat, Servizi Pay Per View.

Preferenze permette di configurare il Parental Control (blocco canali in base alla fascia d’età suggerita per il programma in onda e modifica password predefinita - 0000), la lingua menu, audio e sottotitoli, impostare il timer di autoaccensione e spegnimento (canale, volume e ripetizione), i settaggi video e audio (formato schermo e immagine, colore barre formati letterbox e pillarbox, uscita video Scart TV – RGB o CVBS, formato audio digitale stereo/multicanale, sincronismo AV – Lip-Sync da 0 a 400 ms), configurare le opzioni del PVR (anticipo/posticipo registrazione – Padding Time, attivazione Timeshift), del menu OSD (durata banner, trasparenza, carattere sottotitoli) e della piattaforma MHP (visualizzazione menu e logo, avviamento manuale o automatico delle applicazioni, abilitazione TivùEPG).

Elaborazione canali contiene alcuni strumenti di editing già visti nella sezione Elenco canali ed altri nuovi (es. cambio numero, anteprima, inserimento in gruppi predefiniti – Tv, Radio HDTV e Cestino, modifica nome liste preferite, attivazione LCN, aggiornamento numerazione).

Installazione consente di configurare il decoder in base all’impianto satellitare, effettuare la sintonizzazione dei canali (generale o TivùSat), aggiornare il firmware del decoder via satellite (OTA) in modo automatico o su una frequenza impostabile a piacimento, configurare gli upgrade automatici di firmware e/o canali (standby e/o in funzione, orario di ricerca, frequenza giornaliera o settimanale), estendere la ricerca ai canali “invisibili” (ovvero nascosti come quelli dati), ripristinare il decoder alle impostazioni di fabbrica.

Sistema conduce alle schermate che contengono i dati di programmazione del decoder (modello, software, loader, ID sistema, ecc.), le informazioni sul CAS Nagra e le smart card inserite, e permette di verificare i segnali ricevuti (barre livello e qualità per un transponder/satellite selezionabile a piacimento con i relativi dati tecnici), attivare la funzione di risparmio energetico (orologio acceso o spento in stand-by), selezionare e configurare il dispositivo USB per le funzioni PVR (formattazione, spazio totale/utilizzato/disponibile per la
registrazione ed il Timeshift), impostare l’interfaccia Ethernet (IP fisso o DHCP, netmask, gateway, DNS) e verificare la connessione alla rete.

Gli ultimi due sottomenu, Servizio TivùSat e Servizi Pay Per View consentono, infine, di consultare le tessere TivùSat, Conax e multiservizi (numero, versione C.A., ecc.) inserite negli slot.

Configurazione intuitiva e ricerche personalizzate
Prima di effettuare la ricerca dei canali è fondamentale impostare il decoder in base all’impianto utilizzato. La procedura è particolarmente intuitiva grazie alle schermate grafiche e ai suggerimenti che compaiono sullo schermo. E’ sufficiente selezionare il tipo di antenna dal sottomenu Installazione (tasto rosso – fissa, SCD o motorizzata) e configurare gli altri parametri (es. associazione porte DiSEqC ai vari satelliti, tipo LNB, ecc.).
Ogni volta che si modifica il tipo di antenna, tutti i canali vengono cancellati e bisogna ripetere la ricerca da capo.
Le opzioni di sintonizzazione sono molteplici e permettono di ricercare tutti i canali da uno o più satelliti, un singolo transponder presente nel database (oppure definito dall’utente), estendere la scansione ai bouquet “collegati” (network), escludere i canali in chiaro o criptati, le Tv o le radio.
Esiste poi una ricerca “mirata” dedicata ai canali TivùSat che si concentra sui transponder utilizzati dalla piattaforma escludendo tutti gli altri.
Durante la scansione, appare una schermata con l’elenco dei canali rilevati (divisi tra TV e Radio con il numero parziale e totale), il satellite e i transponder esaminati, la barra di avanzamento. Si può interrompere la scansione in qualunque momento cliccando su Ferma oppure attendere la conclusione dell’operazione e cliccare su Salva.

Come in altri Tivùbox, se si attiva la numerazione LCN, i canali TivùSat sono posizionati nel primo “blocco” di memoria (da 1 a 1000), seguiti da tutti gli altri rilevati durante la scansione. Tramite gli strumenti di editing del menu OSD possiamo comunque effettuare tutti gli spostamenti desiderati.
L’elenco che appare sullo schermo premendo i tasti List oppure Ok è ricco di funzionalità e informazioni. Contiene tutti i canali memorizzati organizzati per gruppi (TivùSat, TV, HDTV, Radio, preferiti 1…5, Recenti – cronologia) e ordinabili per lettera alfabetica o numero. Con il tasto di colore verde si possono attivare speciali “filtri” che fanno comparire in elenco solo le emittenti appartenenti a un satellite oppure che utilizzano uno specifico sistema d’accesso condizionato, con il tasto giallo si attiva la finestra di elaborazione canali con cui possiamo bloccare, cancellare, rinominare o inserire il canale selezionato in una o più liste preferite, prendo il tasto “i” si ottengono i dettagli tecnici. Tutti i canali codificati presenti in elenco sono affiancati da un’icona che identifica la codifica utilizzata (MG per Mediaguard, NA per Nagravision, ecc.).

Banner dettagliato e doppia guida
Il banner canale e la guida EPG sono estremamente curati sia sotto l’aspetto dei contenuti sia per quello grafico, anche per merito della GUI (Graphical User Interface) in Alta Definizione.
Il primo è composto da tre righe: quella superiore riporta il numero ed il nome del canale (con caratteri di grandi dimensioni e di colori differenti per migliorare la leggibilità), l’orologio ed il datario (in formato ridotto); la riga intermedia il titolo del programma ed il gruppo di appartenenza (es. Tv, Radio, TivùSat, HDTV, preferito, ecc.); quella inferiore gli orari di inizio/fine, la barra di avanzamento e diverse icone (MHP, codifica, risoluzione, formato HD, audio Dolby, livello/qualità segnale, età minima consigliata per la visione, ecc.). Con i tasti freccia destra e sinistra si passa agli eventi successivi mentre con quelli su/giù si visualizzano le informazioni degli altri canali della lista senza effettuare automaticamente il richiamo diretto (solo manualmente con OK).
Se l’emittente sintonizzata mette a disposizione uno o più applicativi MHP e il decoder è stato configurato per il caricamento automatico, in sovrimpressione alle immagini televisive appare il messaggio di caricamento con la percentuale di completamento e basta premere il tasto di colore rosso per attivare l’accesso oppure MHP per visualizzare l’elenco degli applicativi.
Per ulteriori informazioni sull’evento in onda si preme il tasto “i” mentre per accedere alla guida ai programmi si può scegliere tra la versione “standard” DVB (tasto Guida) e quella interattiva di Tivù (TivùEPG) presto disponibile on-air.
La guida EPG standard è composta da una griglia con la programmazione di 7 canali per pagina, l’anteprima Tv, i dati dell’evento selezionato, quelli del canale (numero, nome, codifica, gruppo, ecc.) e mette a disposizione alcuni strumenti come il motore di ricerca per parola chiave e genere (al momento non supportato dai broadcaster), la programmazione diretta del timer a scopo di promemoria o videoregistrazione, il filtro per gruppo (TV, Radio, HDTV, preferiti, recenti).

CAS Nagra e Conaxcon doppio slot card
Lo Humax HD-5400S integra un modulo CAS compatibile con i sistemi di accesso condizionato Nagravision e Conax utilizzati da TivùSat e altre piattaforme/emittenti a pagamento. Il CAS è associato a un doppio lettore di smart card collocato sul pannello frontale dietro ad uno sportellino reclinabile: lo slot inferiore è riservato alle tessere di TivùSat mentre quello superiore può leggere una card Conax, un’altra TivùSat oppure qualunque altra tessera compatibile con il protocollo SATSA (Security and Trust Services Applications) come la CRS fornita ai cittadini lombardi per l’accesso ai servizi di e-Government, utilizzabile anche come tessera sanitaria e fiscale. La smart card TivùSat è inclusa nella confezione e deve essere attivata telefonicamente oppure tramite il sito web www.tivù.tv.

Motore interattivo VOD Ready
Il motore MHP con profilo “Internet Access” (1.1.3) permette di accedere non solo agli applicativi interattivi enhanced-tv (a supporto di alcuni programmi televisivi - es. reality, quiz, informazione, intrattenimento), di servizio (news, meteo, oroscopo, televoto, guida TV, ecc.), e-Government e home banking ma anche ai servizi video-on-demand (VOD) che sfruttano la banda larga della connessione DSL per nuove tipologie di contenuti: archivi storici dei broadcaster, selezioni dal palinsesto settimanale, ultime edizioni dei telegiornali, film ed altri eventi gratuiti o a pagamento. Il primo servizio di questo tipo, La7 On Demand, è in fase di test sul canale 807 di TivùSat mentre altri seguiranno prossimamente così come già accaduto sul Digitale terrestre. Dal test sono emersi alcuni problemi di caricamento degli applicativi MHP, a volte risolvibili con un riavvio del decoder. Si tratta con tutta probabilità di un baco del firmware, facilmente risolvibile con un futuro aggiornamento.

Registrazione solo su hard disk
Il nuovo TivùBox Humax è al momento l’unico ad offrire la possibilità di registrare i programmi radiotelevisivi su hard-disk esterni con interfaccia USB. Il PVR non è però compatibile anche con le “chiavette” e richiede una formattazione preventiva del disco, effettuata direttamente dal decoder utilizzando il file system EXT3, lo stesso adottato da Linux.
La registrazione può avvenire manualmente premendo il tasto REC (pallino rosso) oppure automaticamente programmando il timer anche con l’ausilio della guida EPG. Nel primo caso la durata è predefinita in base ai dati EPG che accompagnano il programma ma può essere modificata manualmente premendo una seconda volta il tasto di registrazione. Se il programma in registrazione è criptato, non è possibile cambiare canale mentre se è in chiaro si può vedere un altro programma ma solo se trasmesso da un canale dello stesso transponder. Durante la videoregistrazione è comunque possibile riprodurre un qualsiasi altro file multimediale oppure una precedente registrazione.
La funzione Timeshift (TSR) si attiva nel menu OSD e consente di mettere in pausa una trasmissione e di rivederla in differita partendo dalla scena che era stata interrotta. La visione differita è supportata dagli stessi comandi disponibili quando si riproduce una registrazione, ossia Stop (per interrompere la differita e tornare immediatamente al punto “live”), Pausa (per fermare la visione tutte le volte che si vuole), FF e Rew (per spostarsi velocemente tra le scene – es. replay). La durata massima del Timeshift è di 2 ore.
Le registrazioni acquisiscono automaticamente il nome dell’evento indicato dalla guida EPG, vengono archiviate nella cartella Video dell’hard disk (formato .ts) e ordinate per orario, canale o lettera alfabetica. Ciascun titolo è abbinato a una miniatura (anteprima video) e arricchito da diverse informazioni (orario, data, durata, canale, dati EPG, ecc.). Con il tasto OPT+ si può scegliere di cancellare una registrazione, proteggerla con una password (la stessa del Parental Control), rinominarla e spostarla in un’altra cartella. E’ anche possibile collegare l’hard-disk a un PC tenendo però presente che la partizione Ext3 è visibile automaticamente solo da Linux. Per Windows bisogna installare un semplice programmino gratuito come www.ext2fsd.com che rende possibile l’accesso alle cartelle e ai file, la loro copia (a scopi di backup) ma non la riproduzione perché, con tutta probabilità, risultano criptate per ovvie ragioni di copyright.

Mediaplayer via USB e LAN
Lo Humax HD-5400S è dotato di un Mediaplayer compatibile Jpeg HD, Mp3, Xvid e DivX HD che riproduce non solo i file presenti su dispositivi USB ma anche quelli condivisi in una rete LAN da PC, NAS, Player e altri apparecchi.
L’accesso ai file avviene con il tasto MEDIA oppure da menu (sezioni Video, Musica o Foto) scegliendo l’unità disco (in questo caso anche Pen Drive e sistemi FAT/NTFS) oppure la rete (blu – Storage), il tipo di file (giallo - Media) e poi il contenuto desiderato.
La finestra di riproduzione degli Mp3 mostra la lista dei brani trovati con la durata, i dati ID Tag (titolo, artista, album), la copertina e lo spazio libero su disco; per le foto è disponibile l’anteprima, lo zoom, la rotazione e lo slideshow con accompagnamento musicale mentre i video beneficiano dei tradizionali comandi di Play/Pausa, avanzamento/riavvolgimento rapido, scena successiva/precedente. Per i contenuti in rete, sono disponibili anche le suddivisioni per generi, artisti, attori, serie, classificazione, playlist, album, compositori, data di acquisizione, parole chiave, ecc. Il Mediaplayer riconosce e riproduce anche diversi video DivX Full HD (1080p), pur con qualche piccolo “impuntamento”.
Per quanto riguarda la condivisione dei file sulla LAN, a seconda del dispositivo e del sistema operativo utilizzato potrebbe essere necessario installare un server DLNA di tipo software come Media Server 11 di Microsoft o XBMC. I test condotti con Windows 7 hanno dato esito positivo: non solo il decoder ha rilevato e riprodotto correttamente i file presenti nella cartelle predefinite (video, pictures, music) ma è stato addirittura in grado di effettuare una scansione su tutte le unità disco alla ricerca delle fotografie (anche quelle non condivise), il tutto senza bisogno di alcun software.

Collegamenti possibili
Il parco connessioni dello Humax HD-5400S è apparentemente essenziale ma all’atto pratico si dimostra completo e versatile. Oltre alle immancabili prese F (LNB In e Out per “alimentare” un secondo decoder in cascata – es. Skybox), troviamo una Scart dalla quale prelevare i segnali audio analogici e video CVBS/RGB, la presa ottica Toslink (S/Pdif) che mette a disposizione l’audio digitale stereo e multicanale (PCM, Dolby Digital, Dolby Digital Plus e Dolby Pulse per i contenuti in streaming), la HDMI con diversi formati video selezionabili da telecomando (576i, 576p, 720p, 1080i, nativa) e la porta Ethernet multifunzione (Mediaplayer DLNA e OTTV). Sulla destra è collocato l’interruttore di alimentazione On/Off.

Dati tecnici dichiarati
Ingressi antenna IF: 1
Uscite antenna IF: 1 (passante)
Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: n.c.
Modulazione: DVB-S2 (QPSK-8PSK), DVB-S (QPSK)
Decodifica video: Mpeg-2 e Mpeg-4 H.264 AVC - Profili MP@ML, MP@HL, MP@L4.1, HP@L4.1
Decodifica audio: Mpeg Layer I-II, AAC+ (HE-AAC v1), Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby Pulse
Symbol rate: n.c.
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2/1.3 USALS/2.0, SCR (Unicable)
Memoria SD Ram/Flash: 256/32 MB
CPU: n.c.
Formati HDTV compatibili: 720p, 1080i (via HDMI)
Formati SDTV compatibili: 576i (RGB, CVBS, HDMI), 576p (HDMI)
Connessioni Video: 1 Scart (RGB e CVBS Out), 1 HDMI
Connessioni Audio: 1 Scart (analogico stereo Out), 1 HDMI e 1 Toslink (digitale elettrico/ottico Out S/Pdif compatibile PCM/AC3)
Altre prese: USB 2.0 host tipo A (frontale), RJ45 (Ethernet)
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato e disponibile su uscita Scart (VBI)
Slot per smart card: Doppio multifunzione (servizi MHP - SATSA, pay-tv e pay-per-view)
CAS: Nagravision (TivùSat) e Conax
Piattaforma interattiva: MHP v 1.1.3
Bollini: TivùSatHD Broadband Ready
Altre funzioni: Mediaplayer USB/DLNA, PVR Ready su HDD USB (file system Ext3), Timeshift, Parental Control, timer, LCN, EPG DVB, liste canali preferiti, supporto servizi VOD (OTTV), display LED, autoinstallazione, decoder Dolby Digital Plus e Dolby Pulse (streaming), aggiornamento frequenze/satelliti/canali TivùSat manuale/automatico, aggiornamento firmware OTA/USB, switch on/off, funzioni risparmio energetico, screensaver
Alimentazione: 90÷250 Vac – 50/60 Hz
Consumo massimo: 27 Watt max (< 0,5 watt in stand-by)
Dimensioni (LxAxP): 280x45x200 mm
Peso: 1,3 kg

Da segnalare
+ Tuner DVB-S/S2 Mpeg-2/Mpeg-4 H.264 (SD/HD)
+ CAS Nagravision (TivùSat) e Conax con doppio lettore smart card
+ DiSEqC 1.0/1.2/USALS e SCR-UniCable
+ Interfaccia Ethernet e compatibilità VOD
+ Mediaplayer via USB/rete (DLNA)
+ PVR Ready via USB (solo HDD)
+ Display a LED
+ Design elegante
+ Veloce e affidabile
+  Grafica OSD dettagliata e curata
– Registrazioni “criptate” (non trasferibili)
– Piccoli “bachi” software
 
Dati apparecchio in prova
Versione software: TZSNA 1.00.05 (11/11/2010)
Versione loader: A0.00
ID sistema: 8080.8000

Per informazioni
Mediasat
www.mediasat.com
Tel. 0471 543777

Pubblica i tuoi commenti