Digiquest 8100CA

In sintesi
Digiquest 8100CA è uno degli zapper/CAS più interessanti del mercato perché, a fronte di un prezzo molto allettante (lo “street price” è di poco superiore ai 50 euro), si presenta ricco di funzionalità, in alcuni versi addirittura strabordante. L’apparecchio sintonizza e registra i canali HD anche con l’utilissima Blind Scan, supporta la tecnologia SCR, riproduce in scioltezza qualunque file multimediale compresi gli MKV Full HD. I firmware alternativi disponibili su Internet non solo emulano altri sistemi d’accesso condizionato oltre al Conax on-board ma addirittura aggiungono nuove funzioni come la guida EPG (assente nel firmware originale) e, con una chiavetta USB Wi-Fi opzionale, anche i servizi online di YouTube e Google, la visione delle IPTV, l’FTP per l’upload e il download di file, ecc.
Un ottimo decoder da consigliare a chi dispone di un budget limitato ma non intende rinunciare a quanto la moderna tecnologia sa offrire.

Febbraio 2014
Questo mese proseguiamo l’esame della nuova gamma di set-top-box digitali di Digiquest, storico brand californiano distribuito in Italia da Cardmania, occupandoci del modello 8100CA. Si tratta di un box satellitare con tuner DVB-S2 capace di sintonizzare, anche con l’utile Blind Scan, oltre 6000 canali a definizione standard e HD, compatibile con la maggior parte dei sistemi di ricezione (fissi DiSEqC e SCR, motorizzati DiSEqC 1.2 e USALS, ecc.) e dotato di un CAS che, come i lettori più smaliziati avranno certamente capito, può essere facilmente programmato installando, al posto del firmware originale, quelli modificati disponibili sul web. L’apparecchio vanta anche un bel display a LED e una porta USB di tipo multifunzione, cioè utilizzabile per la registrazione dei programmi radiotelevisivi, la possibilità d’aggiornamento del firmware e il caricamento dei settings, mentre manca la EPG “classica” sostituita dalle informazioni essenziali sul programma in onda e successivo riportate nel banner. Le dimensioni ridotte permettono la facile installazione praticamente ovunque, anche in verticale, mentre il parco connessioni comprende, oltre all’immancabile HDMI, una SCART e una presa audio digitale elettrica (Cinch). Come tutti i decoder venduti nell’Unione Europea è dotato della funzione di autospegnimento per mettere il decoder in Stand-by trascorse tre ore dall’ultimo comando, affiancata dall’interruttore meccanico On/Off che azzera i consumi energetici.

Menu chiaro, dettagliato ma poco organizzato
Il menu OSD si basa su una grafica ad alta risoluzione dall’aspetto essenziale e di facile comprensione. Un box nella parte sinistra della schermata principale ospita le sezioni principali: Installazione, Canali, Impostazioni, Ora e Timer, Accessori, STB, associate a icone che si colorano di azzurro quando selezionate, mentre a destra si sviluppano i sottomenu di ciascuna sezione. Peccato che l’organizzazione sia quantomeno “originale” con alcune voci inserite in sottomenu poco attinenti (es. controlli audio e video in impostazioni OSD).
Installazione permette di impostare l’antenna e tutti i componenti dell’impianto di ricezione come LNB, motore e switch DiSEqC 1.0/1.1, verificare il puntamento con le barre di potenza e qualità del segnale, eseguire la ricerca dei canali e ripulire la memoria del decoder (elimina tutti i canali e ripristina le impostazioni di fabbrica, cancella solo le radio, solo i canali codificati, tutti i transponder o i satelliti).
Canali gestisce le TV e le Radio con i classici strumenti di editing come lo spostamento, la cancellazione, il blocco, il cambio del nome e della posizione tra due canali, la creazione di una lista preferita ove copiare le emittenti desiderate, mostrando sempre in miniatura le immagini del canale selezionato.
Impostazioni è la sezione più ricca perché contiene le voci utili a configurare il decoder in tutte le sue declinazioni. Il sottomenu Impostazioni Sistema consente, ad esempio, di scegliere la lingua di menu, audio, sottotitoli, EPG e teletext, selezionare l’audio digitale (PCM o RAW), personalizzare il modo di funzionamento della lista canali che compare sullo schermo con il tasto OK, attivare la cronologia canali, regolare la luminosità del display e l’accensione del LED Stand-by, come pure abilitare l’aggiornamento software automatico via OTA. Gli altri sottomenu riguardano il Parental Control (protezione menu, canali e programmi), i settaggi video come la luminosità, il contrasto e la saturazione, il calendario perpetuo e CAS.
Ora e Timer imposta l’orologio, il datario, programma il timer e lo sleep timer, mostra l’orologio sullo schermo e abilita la funzione AutoStandby che spegne il decoder dopo tre ore di inattività.
Accessori ospita ben 9 videogames (Sudoku, Boxman, Trans, WhiteBlack, Gobang, Snake, Tetris, Hexa, Mine) e il sottomenu USB per navigare tra i contenuti dell’unità di memoria collegata (PVR, Film, Musica, Immagini, Software o Tutto), formattarla, creare nuove cartelle e spostare o copiare i file, impostare il PVR (partizione di registrazione, modalità TS/PS, durata predefinita, Timeshift manuale/automatico e spazio riservato, salvataggio Timeshift, ecc.) e visualizzare i risultati del test di velocità.
STB mostra la “carta d’identità” del decoder, ovvero il nome del prodotto, la versione hardware e software, la data dell’ultimo aggiornamento, il numero di serie, lo stato della memoria (numero canali, transponder e satelliti rispetto al totale).

PER INFORMAZIONI
Digiquest
www.digiquest.it
info@digiquest.it

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1125/eur253_Digiquest_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti