digitale terrestre – Ricezione casuale a Grado

Settembre 2009.
Abito a Grado, località sul mare in provincia di Gorizia, dove ho potuto constatare come le trasmissioni sia in analogico sia in DVB, in particolare durante le ore serali, funzionano in maniera casuale o risultano del tutto assenti: ciò si ripete da parecchio tempo. Il mio impianto d’antenna è nuovo ed è puntato verso Udine e Pordenone, da dove ricevo i segnali Tv dal ripetitore di Castaldia che ritrasmette i Mux Mediaset 1 e 2 e anche il Rai B.
Ho potuto poi notare che durante le ore serali se il segnale analogico è debole, con il digitale viene congelata l’immagine oppure c’è un effetto quadrettatura. Verificando il segnale su DTT esso risulta di qualità scadente o inesistente, oppure come canale non in servizio. La stessa cosa succede anche ai miei amici di Udine antennisti e non. Ci sarà pure qualcuno che gestisce il ripetitore a cui rivolgersi...
Mario Scaramuzza

Gentile signor Scaramazza, non crediamo che ci siano problemi particolari al ripetitore da Lei indicato, in quanto anche in Internet abbiamo verificato un basso tasso di lamentele e quasi tutti verso un unico bouquet.

Abbiamo qualche dubbio sul suo impianto d’antenna (dovrebbe ricevere anche Dahlia, D-Free e La7B).
Inoltre, dovrebbe ricevere anche il Rai B (da Col Gajardin, postazione a breve distanza da Castaldia nella sua vista ottica). Non sapendo, quindi, come sia fatto il suo impianto ricevente, la invitiamo a considerare attentamente il fattore meteorologico.

Alta pressione, caldo e soprattutto superficie marina sono perfetti veicoli per la propagazione.
La sua splendida località, inserita in una laguna, può quindi ritrovarsi con segnali interferenti provenienti sia dal Veneto sia dalla ex Jugoslavia, come dalle regioni adriatiche (Emilia-Romagna e Marche).

Il fatto che il segnale peggiori nelle ore serali è proprio sintomo di una attiva propagazione: mentre sull’analogico il problema si sarebbe rivelato con righe orizzontali, sdoppiamenti e interferenze varie, nell’analogico c’è un innalzamento dei bit errati con conseguente squadrettamento dell’immagine oppure segnale bloccato e non ricevibile.
In queste località occorre prestare massima attenzione alla direttività dell’antenna e alle possibili interferenze da altre postazioni.

Per quanto riguarda la gestione dell’impianto, ogni emittente fa da sé, quindi occorrebbe effettuare almeno una decina di chiamate.

Pubblica i tuoi commenti