Dreambox, firmware ufficiale oppure no?

Luglio 2011
Alcuni mesi fa ho preso la decisione di acquistare un Dreambox 8000, invogliato anche dalle vostre recensioni, ma sfortunatamente mi è pervenuto con un firmware piuttosto limitato. Allora ricordando gli articoli  riguardanti i decoder Linux, mi sono messo alla ricerca di una versione più versatile. Stavo impazzendo, giravo a vuoto notte tempo su Internet, quando una mattina leggendo il Giornale di Brescia ho saputo dell’esistenza di un firmware più performante, destinato a corredare in modo ufficiale i decoder Dreambox. Sono riuscito a trovarlo, a caricarlo e davvero non ho parole per ringraziare i due “geniali” ricercatori, artefici del progetto (peraltro italiani).
Cosa pensate di questo firmware? Quando uscirà la versione ufficiale con rilascio diretto da parte del costruttore? Perché non date spazio ai due ricercatori italiani da molti paragonati a Jobs e Gates? Grazie anticipatamente e continuate così, complimenti per la rivista.

Massimo Pellica

Dopo aver ricevuto altre segnalazioni come la sua, abbiamo letto con attenzione l’articolo in questione, maturando l’impressione che l’argomento non sia stato trattato con la competenza necessaria ma, anzi, con una buona dose di faciloneria sia nei paragoni con Jobs e Gates sia nei temi (ai limiti della legalità), affrontati con leggerezza. Per sgombrare il campo da ogni possibile equivoco iniziamo col ricordare come buona parte del successo di un ricevitore dipenda dal firmware che controlla le funzioni, soprattutto in ambito Linux-embedded, e come questo “software” venga rilasciato dai produttori, per evidenti motivi, svuotato di ogni funzione avanzata. I decoder Enigma-based sono come dei contenitori nei quali riversare parti di codice sviluppato da gruppi esterni al produttore, codice che sopperisce alle lacune dell’originale e aggiunge prestazioni talvolta anche ai limiti della legalità. Gli autori citati nell’articolo, conosciuti da anni in Internet per il loro costante lavoro, hanno rilasciato un’“immagine” particolarmente performante ed esteticamente piacevole per i ricevitori  DreamBox, e di questa “immagine” potete leggere nelle news di questo stesso numero: questi i fatti, senza esagerazioni e storpiature. L’articolo avrebbe dovuto limitarsi a ringraziare gli sviluppatori per il loro sforzo come valenti ricercatori che con il rispettivo lavoro permettono agli appassionati di divertirsi, senza alcuno scopo di lucro, e non cercare di attribuire loro scoperte mirabolanti. Sembra piuttosto improbabile che DreamMultimedia adotti questo firmware, così come qualsiasi altra release non progettata al suo interno, rilasciandola come versione ufficiale.

Pubblica i tuoi commenti