DTT, a passi spediti anche in Trentino

Aprile 2009. Come riferisce il sito web della Provincia Autonoma di Trento, l’operazione si è conclusa nel migliore dei modi: il nuovo segnale digitale, irradiato in prevalenza dagli impianti della Paganella e del monte Finonchio, non ha evidenziato alcun problema, garantendo la copertura ad un bacino di 367 mila persone e ad un’area che da Rovereto porta a Trento, per continuare in Valle di Non ed estendersi in decine di altri Comuni, anche del Veneto e dell’Alto Adige.

Il numero verde 800.022.000, allestito dal ministero dello Sviluppo economico per garantire informazioni e assistenza tecnica agli utenti trentini, ha ricevuto nella giornata dello switch-over 1380 chiamate, con una media oraria di circa 100 telefonate.

Nella stragrande maggioranza dei casi (443 chiamate), si è trattato di cittadini che chiedevano informazioni sulla risintonizzazione dei canali digitali, operazione fortemente consigliata dai tecnici alla vigilia dello switch-over.

Le altre richieste hanno riguardato la copertura del segnale e l’eventuale coinvolgimento del proprio comune nella transizione digitale (343 chiamate) e informazioni di carattere generale sull’iniziativa.

Oltre il 90 per cento delle richieste arrivate al call center del ministero ha trovato immediata soluzione da parte degli operatori. Il tempo medio delle telefonate si è attestato attorno ai 4 minuti, necessari per fornire le indicazioni per le operazioni di sintonizzazione del decoder.

Pubblica i tuoi commenti