Problemi nel passaggio da mono a dual feed

Seguendo i vostri consigli e quelli di un amico, ho modificato una parabola da 80 cm con un solo LNB per Hotbird 13° Est configurandola in dual feed in modo da ricevere anche Astra 19,2° Est. Ho aggiunto un supporto universale regolabile, acquistato un secondo convertitore (come il primo con una uscita) e collegato il tutto a un commutatore DiSEqC. Nonostante il lavoro sembri perfetto, i canali di Hotbird si continuano a vedere bene mentre non riesco a sintonizzare Astra. Dove posso avere sbagliato? Potete darmi qualche suggerimento? 

Carlo

La visione dei canali di Hotbird conferma che la parabola è puntata correttamente e che il problema va ricercato altrove, per esempio nella configurazione DiSEqC del decoder o nel supporto dual feed utilizzato. Quest’ultimo, essendo universale, va tarato in modo tale che l’LNB che riceve il segnale di Astra si trovi perfettamente sul fuoco secondario della parabola. Per fare questo bisognerebbe collegare un misuratore di campo, anche low-cost portatile, all’uscita dell’LNB di Astra e spostare quest’ultimo (in tutte le direzioni, anche in rotazione) fino a ottenere il massimo segnale da un canale presente a 19,2° Est (es.: ZDF, ARD, ecc.).

Fatto questo si passa all’LNB di Hotbird e si verificano alcuni canali, sempre in termini di livello e qualità del segnale. Se il risultato è soddisfacente, si stringono i bulloni e le viti del supporto dual feed e si ricollegano gli LNB allo switch DiSEqC (ingresso 1 o A per Hotbird, ingresso 2 o B per Astra). Se, invece, riscontrasse problemi di ricezione su Astra, dovrebbe provare a collocare l’LNB di Astra sul fuoco primario (dove la parabola è più efficiente) e quello di Hotbird sul fuoco secondario (meno efficiente ma comunque idoneo per satelliti potenti come quelli a 13° Est).

È anche possibile trovare un compromesso, ovvero un leggero “fuori fuoco” per entrambi gli slot orbitali fino a trovare la soluzione migliore per entrambi.

Per quanto riguarda il decoder, basta configurarlo nello stesso modo del commutatore DiSEqC, ovvero associare ai satelliti Hotbird e Astra rispettivamente l’ingresso A (1) e B (2) del comando DiSEqC 1.0/mini-DiSEqC/Tone Burst e verificare che tutto funzioni correttamente con le barre di livello e qualità dei segnali. Completato anche quest’ultimo step può procedere con la ricerca automatica dei canali, meglio con la funzione Blind Scan se il suo decoder la prevede.

Pubblica i tuoi commenti