DVB-SH, primi test a Torino

Aprile 2009. La sperimentazione è curata dalla Direzione Strategie Tecnologiche RAI tramite il Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica e da 3Italia, il primo operatore al mondo a fornire un servizio commerciale di Tv mobile su tecnologia DVB-H.

Gli apparati di trasmissione e l’integrazione di rete sono forniti da Alcatel-Lucent mentre Eutelsat si occupa della capacità satellitare per la distribuzione dei contenuti e della stazione di uplink.
Nel test effettuato a Torino si sono dimostrati i vantaggi di una rete terrestre a più livelli che integra i trasmettitori a bassa potenza propri degli operatori mobili e quelli a media potenza tipici del broadcasting.

L’eccellente copertura radio è stata ottenuta grazie al contributo congiunto della diffusione dai siti RAI e di 3Italia: i primi assicurano la copertura outdoor e sui veicoli in movimento, i secondi quella indoor nel centro della città.

In questa prima fase, la sperimentazione ha potuto confermare sul campo la capacità della tecnologia DVB-SH di conseguire l’integrazione tra reti terrestri televisive e reti di telefonia mobile di terza generazione per fornire canali di televisione mobile di alta qualità in diverse condizioni di utilizzo.

Nella seconda fase della sperimentazione, dopo il lancio del satellite Eutelsat W2A previsto per le prossime settimane che porterà a bordo la capacità trasmissiva in banda S operata da Solaris (joint venture tra Eutelsat e SES Astra), sarà possibile dimostrare in situazioni reali tutte le caratteristiche dei servizi DVB-SH basate su reti terrestri e satellitari.

È previsto anche l’avvio di un panel di utenti con apparati palmari e veicolari commerciali DVB-SH e l’attivazione di impianti di trasmissione terrestri DVB-SH di alta potenza.

Pubblica i tuoi commenti