DVB-T2, obbligatorio dal 2016 con HEVC

Per sei mesi, cioè fino al 31 dicembre 2016, i negozi potranno smaltire le scorte di TV e decoder DVB-T e DVB-T2 con codec MPEG-4 H.264 mentre dal  gennaio 2017, tutti gli apparecchi in vendita dovranno obbligatoriamente avere uno o più tuner DVB-T2 HEVC.
La conversione in legge del decreto Milleproroghe pubblicato in Gazzetta Ufficiale incorpora la nuova norma nell’Articolo 3 (Proroga di termini in materia di sviluppo economico) dove si specifica che “dovranno essere supportate tutte le codifiche approvate nell’ambito dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU)”. Al momento, solo i TV Ultra HD adottano un tuner DVB-T2 con HEVC (quasi sempre emulato a livello software) mentre tutti gli apparecchi Full HD DVB-T2 (TV e decoder) utilizzano ancora l’MPEG-4 H.264.
Le nuove norme riguardano solo le apparecchiature e non i broadcaster che potranno quindi utilizzare gli standard e i codec che ritengono più opportuni in base al servizio offerto (canale SD o HD, free, pay, pay “premium”, ecc.).

Pubblica i tuoi commenti