Test antenna: Emme Esse Digit Flat 371L

In sintesi
Pur con tutti i limiti intrinseci delle antenne portatili miniaturizzate, la Emme Esse Digit Flat 371L è capace di ricevere i segnali televisivi e radiofonici digitali con una qualità soddisfacente in assenza di un impianto da tetto indipendente o centralizzato. L’alimentazione multipla (adattatore AC/DC, tele-alimentazione, auto/caravan/camper/auto), le dimensioni contenute, il design elegante e l’originale stand non pongono limiti al suo posizionamento e impiego: è la soluzione d’abbinamento ideale per TV LCD, decoder oppure stick USB DVB-T, sia a casa sia in vacanza. Il filtro LTE e il circuito patch accordato secondo la nuova banda UHF si comportano egregiamente. Unico neo è l’assenza di una spia d’accensione che consentirebbe di capire al volo se l’antenna è correttamente alimentata oppure no, escludendo eventuali problemi al cavo coassiale, alle spine IEC o all’alimentatore in caso di malfunzionamento.

Dicembre 2014
Con la digitalizzazione delle trasmissioni televisive terrestri e la comparsa di nuovi standard come l’HD ed il DAB, il mercato delle antenne portatili ha beneficiato di una forte evoluzione. Ai tradizionali modelli “a baffo” con griglia riflettente si sono affiancate le antenne di nuova generazione a pannello, ultrapiatte ed elegantemente rifinite per adattarsi a ogni soluzione d’arredamento. Peculiarità di queste antenne è la tecnologia “patch” impiegata per catturare le onde elettromagnetiche delle trasmissioni DVB-T grazie a “piste” ricavate su un circuito stampato o da un lamierino. Si tratta della stessa soluzione impiegata da una decina d’anni nei telefoni cellulari, negli smartphone, nei tablet 3G/LTE e nei router Wi-Fi con antenna interna. Dal momento che gli elementi riceventi sono ricavati da un sottile foglio metallico, lo spessore di queste antenne è molto ridotto e, grazie al design elegante e squadrato, possono essere installate praticamente ovunque, in un salotto moderno come in una camera da letto classica.
Tra le tante proposte del mercato, abbiamo selezionato uno dei due modelli della gamma Digit Flat di Emme Esse, azienda bresciana che dal lontano 1957 progetta e realizza sistemi e componenti per la ricezione televisiva. Si tratta della Digit Flat 371L che, a differenza dell’omologa 371, integra un filtro LTE dual-mode ed è stata riaccordata per operare solo sulla “nuova” banda UHF, ossia fino al canale 60.

Piatta e squadrata
Soluzione pratica ed economica per portare il segnale digitale a un TV LCD oppure a un decoder DTT quando la presa d’antenna è troppo lontana o manca l’impianto centralizzato, la Digit Flat 371L misura 16,5x18 cm ed è profonda solo 24 millimetri. Il pannello anteriore è di colore argento metallizzato con un’incisione ad onda per mimetizzarla con altri dispositivi elettronici, come ad esempio un TV LCD, mentre la parte posteriore è di colore grigio scuro. Diversamente da altri prodotti concorrenti, l’antenna Emme Esse 371L è dotata di un innovativo supporto che, per facilitarne l’orientamento, consente l’appoggio su un tavolo oppure sopra una mensola, come pure di fissarla a parete o su un palo grazie al collare in dotazione. In quest’ultimo caso, però bisogna considerare che l’antenna 371L è idonea per il solo uso interno e che, di conseguenza, teme sia l’umidità sia la pioggia.

Amplificatore a basso rumore e filtro LTE dual-mode
Quando si sceglie un’antenna da interno, prima del fattore estetico bisogna considerare quello più funzionale e tecnologico. La capacità di catturare i segnali, anche quelli più deboli, non deriva dal design ma dalle prestazioni dei circuiti interni, dalla forma delle “strip” e di eventuali tecnologie impiegate. L’antenna Digit Flat 371L, sotto questo punto di vista, offre tutto il necessario per ottimizzare la ricezione dei segnali DVB-T e DAB con differenti livelli di potenza, provenienti da molteplici direzioni e polarità, contrastando eventuali interferenze generate dai dispositivi elettronici domestici come router Wi-Fi, telefoni cellulari GSM, smartphone e tablet LTE. I circuiti a basso rumore evitano la comparsa di disturbi sulle immagini, come i fastidiosi “squadrettamenti”, quando il segnale televisivo è scarso. Il filtro LTE, invece, impedisce che i segnali generati dalle torri di trasmissione degli operatori mobili disturbino i multiplex che occupano le frequenze terminali della nuova banda UHF (es. canali 58-59-60). A questo si aggiunge un nuovo circuito patch riaccordato per lavorare fino a 790 MHz e abbattere così il guadagno già a monte del filtro. Il filtro LTE è di tipo dual-mode, cioè agisce anche come barriera ai potenziali disturbi generati da smartphone e tablet LTE presenti nelle vicinanze dell’antenna Digit Flat 371L.

Guadagno regolabile
La Digit Flat 371L è un’antenna attiva, cioè dotata al suo interno di un amplificatore con cui innalzare il livello del segnale captato nell’etere a un valore idoneo per essere elaborato dai decoder e dai televisori DVB-T. Per garantire prestazioni ottimali, il livello di amplificazione è regolabile manualmente con una comoda rotella presente sul bordo superiore. Inoltre, l’amplificatore è stato progettato per incrementare il livello del segnale “utile” e non quello del rumore, a tutto vantaggio della stabilità e fluidità delle immagini, soprattutto quelle in alta definizione.

Alimentazione esterna o diretta da cavo coassiale
Tutte le antenne Digit Flat possono essere alimentate in diversi modi, secondo il dispositivo a cui vengono collegate. Se il decoder o il TV offrono la funzione di tele-alimentazione, cioè forniscono sulla presa IEC di ingresso una tensione di 5 Vcc da almeno 30 mA, si può tranquillamente utilizzare questa soluzione che, tra l’altro, semplifica sia l’installazione sia il posizionamento grazie alla presenza di un solo cavo. In caso contrario, si può ricorrere all’adattatore AC/DC da 6 Vcc in dotazione oppure alla tensione a 12 Vcc disponibile su auto, caravan, camper e barche.

Compatibilità con tutti gli standard di trasmissione
L’antenna Emme Esse 371L è stata progettata per ricevere i segnali radiotelevisivi a norme DVB-T e quelli radiofonici DAB/DAB+. La compatibilità si estende anche al DVB-T2 (che condivide con il DVB-T la stessa banda operativa) e alle trasmissioni in formato HD con elevato bit-rate.

PER INFORMAZIONI
Emme Esse Spa
www.emmeesse.it
info@emmeesse.it
Tel. 030 9938500

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

 

Pubblica i tuoi commenti