Emme Esse SmarTV: da QPSK a COFDM

Agosto
L’operazione di transmodulazione converte, infatti, la modulazione SAT (QPSK) in quella utilizzata per il Digitale terrestre (COFDM), riuscendo quindi a distribuire negli impianti centralizzati una parte dei canali SAT con tutti i servizi annessi (EPG, sottotitoli, teletext, ecc.).
Le centraline SmarTV rappresentano la soluzione per hotel, condomini, comunità, strutture ospedaliere dove è richiesta la distribuzione di segnali satellite senza l’utilizzo di decoder alla presa o senza modificare l’impianto d’antenna. Possono però essere utilizzati anche per la ricezione via satellite dei servizi e dei canali nazionali non visibili in DTT o per integrare l’offerta TV nazionale con una selezione di canali esteri dedicati ai turisti.
Il sistema si compone di transmodulatori per 1 o 2 transponder, entrambi dotati di slot per CAM C.I. per la decodifica dei canali criptati.
Ogni modulo può convertire dai 4 ai 6 canali SD/HD di un transponder SAT su un mux DTT utilizzando frequenze in BIII, UHF o banda S. Il livello d’uscita varia da 85 a 105 dBµV e consente, nella maggior parte dei casi, di miscelare i segnali in uscita dalla centrale senza l’impiego di amplificatori. Per ciascun canale convertito è possibile scegliere una posizione LCN nella lista canali, anche differente da quella “ufficiale” definita sul DTT. La centrale è assemblabile combinando moduli Singoli CI (cod. 80411) e Twin CI (80412) nella quantità opportuna, in base ai servizi da distribuire e limitatamente ai canali liberi sulla banda di conversione disponibile. Il modulo singolo consente di convertire un gruppo di canali (SD o HD) proveniente da un transponder su un mux DTT mentre i moduli Twin possono riallocare i canali di 2 transponder SAT su 2 mux DTT.
Per facilitare il montaggio e la programmazione della centrale è previsto un kit con tutto il necessario per l’installazione di 3 moduli singoli, oppure di 1 modulo singolo ed 1 modulo twin. Il kit consta di un alimentatore, una base per montaggio su barra DIN, un miscelatore d’uscite a 3 vie e un telecomando per la programmazione. Per l’assemblaggio di centrali con più moduli è necessario prevedere più Kit 80411MP. La programmazione dei transmodulatori è semplice e intuitiva: basta collegare un monitor (come il modello 80413 da 4,5”) alle uscite RCA presenti sul frontale e impostare i vari parametri utilizzando l’apposito telecomando. Nel menu è presente una lista di servizi preimpostati dove l’installatore può trovare le configurazioni più utilizzate con le liste dei principali canali nelle varie lingue.
www.emmeesse.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here