ESA approva i programmi Ariane 6 e VEGA-C

Febbraio
Grazie a questa decisione, l’Europa continuerà ad avere una capacità autonoma di accesso allo spazio per i lanci istituzionali e anche un lanciatore più competitivo che potrà assicurarsi una fetta importante del mercato commerciale. Una nuova organizzazione industriale consentirà inoltre una gestione più efficiente del programma lanciatori e un risparmio importante per gli stati membri dell’ESA.
Il nuovo programma assicura importanti vantaggi per l’Italia grazie a una forte sinergia tra Ariane 6 e VEGA-C, un programma a leadership italiana, centrata in particolare sui motori P120C che saranno impiegati per entrambi i vettori. Il VEGA-C diventa così un componente fondamentale della nuova famiglia di lanciatori, un ruolo riconosciuto anche dalla Germania che, proseguendo nell’impegno assunto a Napoli nel 2012, ha deciso di investire ulteriormente nel programma.
Il Consiglio dei ministri ha discusso anche sulla continuazione della Stazione Spaziale Internazionale fino al 2017 con la prospettiva della continuità fino al 2020 ed il finanziamento della missione 2018 del programma ExoMars.
www.esa.int

Pubblica i tuoi commenti