ESA recupera uno dei satelliti Galileo fuori orbita

Gennaio
Doresa, questo il nome del satellite, ha così raggiunto la propria orbita di riferimento con l’antenna principale rivolta verso la terra e trasmesso il suo primo segnale per l’avvio dei test in orbita. Le stesse manovre saranno effettuate anche su Milena, l’altro satellite Galileo finito fuori orbita. L’operazione di recupero ha sicuramente ridotto la vita utile dei satelliti poiché ha consumato parte del propellente necessario ai loro movimenti. Tuttavia, la ricollocazione permetterà di sfruttare i satelliti ancora per diversi anni e di rinviare il lancio degli eventuali sostituti. Sarà tuttavia la Commissione Europea a prendere l’ultima decisione sul futuro di Doresa e Milena non appena verranno completati i test in orbita.
www.esa.int

Pubblica i tuoi commenti