ET9000, odissea tormentata

Gennaio 2012
Dopo una lunga Odissea con il ricevitore Clarke-Tech ET9000 avrei bisogno di una vostra consulenza. La mia attrezzatura è la seguente:
–    Decoder Clarke-Tech ET9000 con PluginsDriversImage CT GCC Version 4.4.4 come consigliato dalla casa madre.
–    Cam Seca Module SmarCAM-2 SECA Certificato Canal Digitaal e abbonamento per i diritti  di visione dei canali SD di Canal Digitaal e quelli MPEG-4/HD su Astra 3B (23.5°E) codifica Mediaguard-Seca3.

E questi sono i problemi:
1)    I canali SD del bouquet Canal Digitaal sono visualizzati correttamente mentre quelli HD trasmessi in formato Mpeg4 “quadrettano” e si interrompono di continuo.
    Data per certa l’adeguatezza al Seca3 della CAM ufficiale ho scoperto, studiando il sito ufficiale di Canal Digitaal, che le loro CAM e card Seca3, per i segnali HD, vanno in conflitto con alcuni decoder tra i quali, purtroppo, Clarke-Tech ET9000. Ciò comporta la disattivazione della card e le anomalie di visione (chiamate sul sito “perdita di immagine”) e pertanto tutto sembra spiegato per il manifesto conflitto tra CAM e decoder, ossia il temuto problema d’incompatibilità.
2)    Scalda da morire, anche in stato di stand-by, e questa super temperatura che può fare danni non è tollerabile.
3)    Due CAM insieme vanno in conflitto e la visione dell’una e/o dell’altra diventa una scommessa.
4)    Il cambio canali è rallentato e combinato a falsi pannelli di canale criptato.
5)    Altre instabilità casuali: niente di fluido e garantito ma potrebbe essere un problema software per la “fame” di aggiornamenti che riguarda questo decoder/computer.
Per questi motivi il decoder è quasi inutilizzabile e sono molto deluso: una vostra dettagliata e pronta spiegazione, se avete casistiche o esperienze a riguardo, mi permetterà di comprendere le anomalie che altrimenti non so spiegarmi e risolvere.

Di Filippo S.

Gentile lettore, la sua e-mail, molto dettagliata e ricca di informazioni, oltre ad aiutarci nella risoluzione dei problemi, mette a nudo una situazione purtroppo comune e paradossale come l’acquisto di un apparato non perfettamente rispondente alle proprie esigenze. I ricevitori Enigma sono una categoria a parte, con i loro punti di forza nell’uso di firmware alternativi e di procedure “border-line”, e nonostante il loro impiego sia oramai semplice e alla portata di tutti è necessario perlomeno sapere a cosa si va incontro. Per rimanere strettamente legati alle sue problematiche, nessun utilizzatore di decoder Enigma si sognerebbe mai di utilizzare l’immagine consigliata dalla casa, proprio perché le prestazioni migliori in questa tipologia di prodotti si ottengono con versioni sviluppate da gruppi esterni. Lo stesso discorso vale per le CAM, che nei decoder basati su Enigma quasi non vengono utilizzate, sostituite da parti di codice (emulatori) che gestiscono i lettori di card integrati con qualsiasi tipologia di codifica, anche se il loro utilizzo è considerato illegale. Quindi, il nostro consiglio è di caricare una “immagine” alternativa, come Egami 1.3 e quindi un emulatore per gestire la codifica che le interessa, consigliato l’universale CCCam. In questo modo in pochi e semplici passaggi dovrebbe risolvere i suoi problemi incluso l’eccessivo riscaldamento dell’apparecchio che senza le CAM tornerà a livelli di norma.

Pubblica i tuoi commenti