EuroSat febbraio 2017, numero 286

Eurosat 286 febbraio 2017

Iniziamo il 2017 con una rivista completamente rinnovata nella grafica. L’obiettivo è rendere EuroSat più dinamico e “snello”. Speriamo vivamente che la nostra decisione sia di vostro gradimento: fatecelo sapere. Fateci sapere anche se avete eventuali suggerimenti che ci potrebbero permettere di migliorare ulteriormente la “vostra” rivista.

In tema di contenuti, EuroSat continua (e continuerà in maniera anche più ampia) a offrire quella vasta e dettagliata panoramica sui prodotti, sulle tecnologie e sul mondo delle Tv che da sempre la caratterizzano. Senza ovviamente trascurare le tendenze più significative, destinate a tracciare nuove strade nell’ambito Sat e, più in generale, della fruizione di contenuti video.

In questo senso, iniziamo il 2017 facendo il punto della situazione sulle nuove proposte in tema di Tv on demand. È arrivato infatti in Italia il servizio Prime Video di Amazon, Vodafone ha avviato il suo aggregatore Vodafone Tv (che permette per esempio di vedere Netflix, NowTv e Chili), mentre Discovery Italia tramite Dplay propone una selezione dei migliori programmi di tutti i suoi canali. Un po’ diversa è la proposta di Vivendi, che con Studio+ indirizza a un pubblico giovane mini serie con episodi da 10’. Fattore comune di tutte le proposte è l’alta definizione, che il pubblico dimostra di apprezzare sempre di più. La testimonianza arriva anche dalla trasmissione Rai “Stanotte a San Pietro” che ha sfiorato i 6 milioni di telespettatori e che è stata proposta anche in 4K su tivùsat. Ve ne sveliamo i retroscena.

Decisamente innovative anche le notizie arrivate dal CES di Las Vegas: Tv, dispositivi audio e apparecchi per la condivisione dei contenuti la fanno da padrone. Abbiamo selezionato per voi quelli che ci sono piaciuti di più. Il vostro televisore non vi soddisfa in termini di funzioni avanzate? Se ha una presa HDMI, basta collegargli una chiavetta e lo trasformerete immediatamente in una smart Tv. Una nostra guida vi elenca pregi e difetti dei prodotti oggi disponibili.

Come sempre molto ricca l’offerta di test. Tre i ricevitori: combo Golden Interstar Hypro, Meelo One HD basato su Linux, il low cost Metronic Touch-Box HD3 e il Tv LCD Full HD TELE System Palco22 LED07. Ma sul banco di prova abbiamo messo anche gli amplificatori da palo AEV Serie 65 Pro, l’upgrade per il decoder TeleSystem TS Ultra 4K e l’antenna DTT per interni One For All SV9430.

La distribuzione del segnale Sat in condominio a fronte delle ultime normative è il tema della sezione dedicata agli installatori, mentre a chi possiede un decoder Linux illustriamo come installare e usare i setting per velocizzare la selezione dei canali. Concludono la rivista le nostre dettagliate tabelle sui canali digitali, tivùsat compreso.

Buona lettura e scriveteci le vostre opinioni a redazione.eurosat@newbusinessmedia.it.

Cliccate qui per sfogliare gratuitamente la rivista.
Cliccate qui per acquistare la rivista.
Cliccate qui per abbonarvi.

 

 

 

There are 2 comments

  1. DANIELE

    SALVE SONO UN VOSTRO AFFEZZIONATO LETTORE HO SEMPRE ACQUISTATO LA RIVISTA PRESSO IL MIO EDICOLANTE DI FIDUCIA VOLEVO SOLO FARE UNA PICCOLA CRITICA COME MAI QUEST ANNO LA RIVISTA E USCITA CON DUE NUMERI IN UNO?
    SARA SEMPRE COSI O RITORNERA AD ESSERE A CADENZA MENSILE?

    1. Fabrizio Pincelli

      Salve Daniele. Grazie per la fiducia mostrataci attraverso la dedizione nel tempo. Già dal 2016 EuroSat ha visto riuniti il numero di gennaio e febbraio (e anche luglio e agosto), portando così da 12 a 10 le uscite nell’anno. Per il 2017 sarà ancora così, per il 2018 è troppo presto per anticipare qualsiasi possibile evoluzione. Tuttavia, siccome assieme alla sua sono arrivate diverse altre richieste per avere ancora 12 numeri, non è detto che non si possa tornare ad avere una rivista ogni mese.

Pubblica i tuoi commenti