EuroSat gennaio-febbraio 2019 numero 306

Cover Eurosat 306

Inauguriamo il 2019 con un numero di Eurosat particolarmente ricco di contenuti e che porta con sé un’importante novità, ma che la copertina vi ha anticipato: la rivista ha una nuova veste grafica. L’obiettivo era di avere una rivista più in linea con i tempi, in cui le immagini rivestissero un ruolo un po’ più di rilievo e che il testo fosse più leggibile. Speriamo di aver raggiunto tale obiettivo e che le nostre scelte siano di vostro gradimento. Fateci sapere cosa ne pensate e se avete suggerimenti o critiche. Per noi le vostre indicazioni sono sempre preziosissime.   

Ma  veniamo ai contenuti. L’articolo a cui abbiamo dedicato la copertina sul primo numero del 2019  ha come tema il box Sky Q (Platinum e mini) ed è rivolto sia a chi il ricevitore lo ha già sia a chi è indeciso se prenderlo o meno. Ma anche a chi semplicemente desidera saperne di più su questo box che, per molti versi, è davvero un prodotto rivoluzionario. Ed è proprio questa motivazione che ci ha convinto a realizzare un articolo che raccontasse in dettaglio come usare al meglio le funzioni più utili. È vero, potrà obiettare qualcuno, che se sono le più utili probabilmente si conoscono già, però non è detto che se ne sappiano tutti i dettagli, soprattutto quelli che possono fare la differenza e ampliare notevolmente le opportunità offerte da Sky Q.

Chi invece (o anche) usa Tivùsat apprezzerà sicuramente la nostra anteprima su OpApp, la nuova interfaccia basata sulla tecnologia HbbTV che arriverà a breve. Destinata a cambiare radicalmente in modo in cui si gestisce l’ambiente Tivùsat, potrà essere usata da decoder e TV che supportano HbbTV. Servirà chiaramente un aggiornamento del sistema. In un primo momento, però, sarà utilizzabile solo sul ricevitore Opentel distribuito da Mediasat, gli altri decoder arriveranno.

Dalla trasmissione di contenuti alla loro visualizzazione. Dove li vedremo? In altre parole, come saranno i TV del 2019? Al CES di Las Vegas i produttori hanno presentato tutti i loro nuovi modelli. Noi abbiamo selezionato i più significativi.

Chi ha la necessità di vedere le trasmissioni televisive anche quando è in auto, magari per tenere buoni i bambini o consentire a chi non sta guidando di avere un viaggio più piacevole. A fianco della semplice ricezione tramite smartphone o tablet, che può risentire della connessione vi proponiamo alcune soluzioni basate su vere antenne.

Sul banco di prova questo mese troviamo il Mediabox Jepssen Android 4K M7 Plus, il ricevitore Enigma Octagon SF8008 4k UHD, l’A/V sender Digiquest Onda Pro e il router Google WiFi.

Nella nostra sezione dedicata agli installatori approfondiamo ulteriormente la conoscenza del sistema dCSS e vediamo perché ormai dovrebbe essere presente in tutti gli impianti centralizzati.

Sei un tipo da Enigma? Scopriamolo assieme analizzando le caratteristiche del sistema operativo e quelle del decoder, per capire cosa serve e di cosa si può fare a meno. Da ultimo facciamo conoscenza con il satellite Eutelsat 5° Ovest, patria dei canali francesi (ma ci sono anche Rai, Mediaset e Sky).

Buona lettura!
Inviateci le vostre opinioni
redazione.eurosat@newbusinessmedia.it

Sfogliate gratuitamente la rivista.
Per acquistare le COPIE SINGOLE DIGITALI scaricate la app gratuita per il vostro dispositivo.

Abbonatevi!

 

2 COMMENTI

  1. Grazie per le info.Ma quando pubblicherete una serie di articoli tecnici su come funzionano gli lnb ottici,che tipo di modulazione usano e come si realizzano e le misure da fare sugli impianti a fibra ottica tv sat?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here