EuroSat luglio-agosto 2017, numero 291

Eurosat luglio 2017 numero 219

La più grande ambizione di chi ama il mondo del Sat è sicuramente quella di poter scandagliare l’etere alla ricerca di nuovi canali. E più è ampio il raggio d’azione maggiore è la soddisfazione. L’unico modo per raggiungere questo risultato è disporre di una parabola motorizzata, che consenta di passare da un satellite all’altro senza soluzione di continuità. Non si deve però pensare che un simile sistema sia solo per poche persone molto competenti: le soluzioni oggi disponibili infatti permettono pressoché a chiunque di rendere “mobile” la propria parabola e andare oltre i classici Hotbird 13° Est e Astra 19,2° Est. Volete sapere come? Ve lo raccontiamo in un dettagliato articolo.

I più esperti e i professionisti dell’installazione di antenne Tv e parabole troveranno pane per i loro denti nella guida che dedichiamo agli analizzatori professionali. Passando in rassegna le più recenti e interessanti novità, vediamo cosa consentono di fare i modelli di ultima generazione e come questi possono semplificare la vita a chi deve installare un’antenna o una parabola.

Come di consueto, la nostra proposta di test è piuttosto ricca. Sul banco di prova abbiamo messo il ricevitore ADBi-Can 5000T+, l’enigma-based Dream Multimedia DM900, lo zapper Edision Proton T265 e il combo Ferguson Ariva 253. Insomma, un decoder per ogni tipo di esigenza: difficile non trovare quello che fa al caso proprio.

A chi invece si occupa di impiantistica proponiamo invece il test dei nuovi centralini Tv multingressi Fracarro MBJ Evo, che mantengono un livello d’uscita costante indipendentemente da eventuali fluttuazioni degli ingressi. Se poi volete sapere come fare a realizzare un impianto condominiale in cui sia usato un unico cavo sia per il Sat sia per il DTT, su questo numero di EuroSat trovate la risposta.

I ricevitori Enigma nascono per essere usati collegati a internet, pena una grande limitazione delle potenzialità. Perciò per chi ne possiede uno è essenziale che tale decoder possa essere costantemente collegato alla rete. Siccome però solitamente il ricevitore è distante dal router di casa, abbiamo pensato di suggerirvi come portare in tutta la casa il collegamento a internet attraverso una rete senza fili, sia tramite Wi-Fi (con router e ripetitori) sia tramite dispositivi come i Powerline, che sfruttano la rete elettrica per estendere la connessione a diversi locali.

Buona lettura!
Inviateci le vostre opinioni
redazione.eurosat@newbusinessmedia.it

Sfoglia gratuitamente la rivista.
Per acquistare le COPIE SINGOLE DIGITALI scarica la app gratuita per il tuo dispositivo.

Abbonati!

Pubblica i tuoi commenti