Intesa Eutelsat-Blue Origin per il lancio sul veicolo orbitale New Glenn

Eutelsat Blue OriginEutelsat Communications ha avviato una partnership con Blue Origin che porterà al lancio di un suo satellite sul razzo New Glenn la cui attività di volo è previsto inizi a partire dal 2020.

Per Eutelsat, l’accordo con Blue Origin riflette la  strategia di usufruire dei servizi di lancio forniti da più soggetti, assicurandosi accesso allo spazio attraverso alleanze con lanciatori in grado di combinare un elevato livello di prestazioni a una crescente competitività.

L’intesa con Blue Origin prevede il lancio di un satellite geostazionario fra il 2021 e il 2022. Il veicolo New Glenn sarà compatibile con tutti i satelliti Eutelsat, assicurando pertanto la flessibilità necessaria per assegnare la missione 12 mesi prima del lancio.

Commentando l’accordo, Rodolphe Belmer, CEO di Eutelsat, ha dichiarato: “Blue Origin si è dimostrata vicina d Eutelsat con la sua strategia e ci ha convinto di avere la giusta mentalità per competere nell’industria dei servizi di lancio. Il loro approccio ingegneristico e la policy con cui sviluppano tecnologie che formeranno la base di un’ampia generazione di lanciatori corrispondono a ciò che ci aspettiamo dai nostri partner industriali. Includendo New Glenn nei nostri programmi di lancio, portiamo avanti la nostra strategia secondo la quale l’innovazione riduce i costi di accesso allo spazio e incrementa le prestazioni”. 

“Eutelsat è uno dei principali e più innovativi operatori satellitari e siamo onorati che abbiano scelto Blue Origin e il nostro veicolo di lancio orbitale New Glenn – ha dichiarato il fondatore di Blue Origin, Jeff Bezos –. Eutelsat ha lanciato satelliti su diversi veicoli e condivide con noi sia l’approccio metodico all’ingegneria sia la missione di abbassare i costi di accesso allo spazio”.

 

Pubblica i tuoi commenti