Footprint – Consigli su Astra 28,2° Est e Azerspace 46° Est

In passato vi ho scritto a proposito dei canali inglesi, particolarmente quelli della BBC, non ricevibili qui a Trieste con una parabola Channel Master da 120 cm. Per un po’ si captavano benissimo, poi sono scomparsi di nuovo, come già sapete, per cui i 100 cm della parabola indicati per il nord Italia sono davvero ottimistici. Io suggerirei diametri da 150 o 180 cm, come ipotesi peggiori ma realistiche, o meglio concernenti il Nord-Ovest, non il Nord-Est.
Anche per i satelliti Azerspace e Africasat a 46° Est indicate dati ottimistici dato che riesco a ricevere solo due frequenze: la 10,974 V con segnale debolissimo (anche alla mattina) e 11,014 V non fortissimo ma pulitissimo. Tutto il resto, sia con blind scan (Clarke-Tech HD4100) sia inserendo i dati a mano, è assente.

Riccardo C.

Le misure minime dell’antenna riportate nelle tabelle sono ricavate dai footprint ufficiali pubblicati dagli operatori satellitari nei loro siti web, eventualmente “corretti” in base alle segnalazioni degli utenti sul campo.
Riguardo ai satelliti ASTRA 2E e 2F in orbita a 28,2° Est, da mesi stiamo monitorando la situazione dello spot UK. In base ai risultati pervenuti dai lettori e da Internet, consigliamo di utilizzare parabole da 100 cm nel Nord-Ovest, 120-150 cm al Centro e 180 cm al Sud. Nelle regioni del Nord-Est e in quelle adriatiche, la situazione purtroppo peggiora rapidamente ma, non potendo inserire nelle tabelle il doppio dato (Nord-Est e Nord-Ovest), suggeriamo sempre ai lettori di consultare la Posta di Clarke per gli approfondimenti e gli aggiornamenti.
Riguardo invece al satellite Azerspace-1 in orbita a 46° Est, secondo i footprint pubblicati su www.azercosmos.az/index.php/satellite-fleet/ku-band/ lo spot Europe (vedi foto) copre l’Italia con un segnale di 45-46-47 dBw, corrispondente a parabole da 80-90-100 cm. Trieste rientra in una delle aree più “fortunate”, con la copertura migliore. Abbiamo avuto segnalazioni di utenti che hanno in sostanza confermato i dati ufficiali e, per questo motivo, li abbiamo pubblicati nelle tabelle.
Forse il suo impianto ha bisogno di qualche piccolo intervento per migliorare le prestazioni: magari basterebbe solo cambiare l’LNB, le tratte dei cavi più esposti alle intemperie oppure reintestare i connettori F (a crimpare). Magari potrebbe essere sufficiente anche solo ripuntare l’antenna con l’ausilio di un misuratore di campo. Si tratta di semplici interventi che un installatore professionista (o Lei stesso se possiede i requisiti) può eseguire in meno di un’ora. Ci tenga informati sugli sviluppi della situazione.

Pubblica i tuoi commenti