Frequenze Tv, rilasciati i diritti d’uso definitivi

Agosto 2012
Tale procedura prevede l’obbligo di trasformare i titoli provvisori rilasciati a livello regionale dal 2008 al 2012 in coincidenza con il passaggio al digitale su tutto il territorio nazionale. Alle emittenti nazionali sono state rilasciate complessivamente 19 frequenze: 16 in DVB-T (4 RAI, 4 Mediaset, 3 Telecom Italia Media, 5 altri soggetti) e 3 in DVB-H). A questa prima tranche si aggiungeranno altre 6 frequenze che saranno assegnate secondo la gara a offerta economica recentemente stabilita dal Governo. La durata prevista dei diritti d’uso, analogamente a quanto previsto da altri settori delle TLC, è di 20 anni per consentire l’ammortamento degli investimenti necessari per la valorizzazione delle infrastrutture che operano su tali frequenze. Lo Stato potrà comunque apporre limitazioni, condizioni e obblighi sulle frequenze date in uso, anche in seguito a disposizioni comunitarie che dovessero essere emanate in materia, a deliberazioni adottate dall’Autorità nonché ad atti e provvedimenti emanati dal Mise.

Per tale ragione, nello stesso provvedimento è previsto che il diritto d’uso possa esercitarsi su frequenze diverse da quelle assegnate, che consentano un’eguale capacità trasmissiva.  Il rilascio dei diritti d’uso è pienamente in linea con quanto delineato dal decreto legge n. 16/12 convertito in legge n. 44/2012 che prevede che l’Autorità e il Ministero adottino ogni azione utile a garantire la concorrenza, l’uso efficiente e la valorizzazione economica dello spettro radio, in conformità alla politica di gestione stabilita dall’Unione europea e agli obiettivi dell’agenda digitale comunitaria e nazionale. Secondo il Ministero dello Sviluppo Economico, il provvedimento rappresenta un passo in avanti nel processo di razionalizzazione dello spettro italiano previsto dalla normativa vigente, per garantire più stabilità all’assetto frequenziale e facilitare l’introduzione delle future innovazioni tecnologiche.
www.sviluppoeconomico.gov.it

Pubblica i tuoi commenti