Gabriele Basilico “firma” il Calendario Epson 2011

Gennaio 2011. Le immagini di Gabriele Basilico riprendono, esclusivamente in bianco e nero, paesaggi industriali e aree urbane, ambientazioni nelle quali non mancano forti contrasti tra linee sinuose e spezzate, figure morbide e spigolose.
Nella collezione “Dentro la città” firmata dall’autore, le luci e le ombre delle 12 istantanee creano effetti che difficilmente si riconducono all’immagine personale che abbiamo della città vissuta quotidianamente, ma creano richiami romantici e inaspettati, dovuti anche alla frequente mancanza di figure umane. Elementi comuni quali biciclette, panchine e finestre diventano ornamenti a un’ambientazione a tratti spoglia, le luci dei lampioni hanno l’apparenza di stelle che brillano sulla realtà artificiale e rarefatta che Gabriele Basilico rende con indubbia abilità attraverso il suo obiettivo. I suoi lavori rappresentano grandi fonti di ispirazione e analisi per chi oggi si occupa di fotografia e fotoreportage, un grande spunto di riflessione per chiunque viva in città e dimentichi di notare la profonda bellezza estetica che talvolta offrono l’architettura e l’urbanistica più moderna.
In questo modo Gabriele Basilico entra pienamente nel novero degli artisti che lo hanno preceduto, Vittorio Storaro, Mimmo Jodice, Gianni Berengo Gardin e i numerosi altri delle scorse edizioni del Calendario. Epson si rivela ancora una volta estremamente attenta ai talenti fotografici italiani, valorizzati attraverso gli ottimi strumenti che offre, tra i quali la stampante Epson Stylus Pro 4880 e la carta fotografica Epson Matte Extra utilizzate per la stampa delle fotografie, quest’anno davvero di ampie dimensioni.
Ancora una volta il Calendario Epson 2011 a tiratura limitata di 1300 copie numerate, sul quale le stampe sono incollate manualmente una ad una, si conferma come un oggetto prezioso e di alta fattura, testimone dell’impegno di Epson nei confronti della fotografia di più alta qualità e verso i materiali più indicati per raggiungere effetti ottimali.
www.epson.it

Pubblica i tuoi commenti