Galileo in orbita anche con Ariane 5

Marzo 2012
L’accordo prevede la possibilità di utilizzare i vettori di nuova generazione nel 2014 e nel 2015 per completare la costellazione, costituita da 26 satelliti, messi in orbita da Arianespace anche con il supporto dei lanciatori Soyuz. Mentre questi ultimi, però, possono portare a bordo 2 satelliti per volta, gli Ariane 5 possono arrivare a 4, riducendo così i costi di messa in orbita ed i tempi di attesa. Il contratto di adeguamento degli Ariane 5 al trasporto di 4 satelliti Galileo è stato già siglato da ESA e EADS-Astrium.
La costruzione dei satelliti è stata affidata ad un team anglotedesco composto dalla OHB Technology e dalla Surrey Satellite Technology.
I primi due satelliti della costellazione sono stati lanciati il 21 ottobre scorso da un Soyuz ST-B e collocati in un orbita circolare ad un’altezza di 23600 km.
www.arianespace.com
www.esa.int/esaNA/galileo.html

Pubblica i tuoi commenti