Galileo supera il primo test pubblico

Ottobre 2013
Alla dimostrazione del sistema di navigazione satellitare europeo Galileo hanno assistito il vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, il ministro per lo Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, e il ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, Maria Chiara Carrozza. Due ricevitori commerciali hanno catturato il segnale da un’antenna dal diametro di 100 centimetri posta sul tetto della sala in cui è avvenuta la dimostrazione, poco distante l’edificio che, nell’ambito del Centro Spaziale del Fucino, ospita il Centro di controllo del sistema Galileo gestito dalla Telespazio (Finmeccanica-Thales). «È stata una combinazione fortunata perché, per circa due ore, i quattro satelliti sono stati tutti visibili contemporaneamente - ha spiegato Lucio Magliozzi, Direttore Generale di Telespazio. La qualità del segnale - ha aggiunto - è stata di una precisione elevatissima e ben al di là delle attese».
Il sistema Galileo sarà pienamente operativo nel 2020 quando tutti i 30 satelliti della costellazione saranno in orbita. Tuttavia, già con i prossimi lanci previsti per fine anno e a cavallo tra il 2014 ed il 2015, si potranno attivare i primi servizi operativi.
www.esa.int

Pubblica i tuoi commenti