HDMI 2.1: definite le specifiche che cambieranno la Tv

HDMI 2.1 confronto risoluzioniDopo che se ne è parlato per lungo tempo, HDMI forum ha finalmente annunciato le specifiche definitive di HDMI 2.1. Si tratta di innovazioni importanti, che cautelano il protocollo di trasmissione nei confronti dei potenziali sviluppo tecnologici futuri. Infatti, frame rate e risoluzioni supportati non saranno disponibili sui Tv per alcuni anni, come del resto è plausibile pensare che apparecchi televisivi che integrano l’HDMI 2.1 non saranno in commercio prima della fine del 2018 se non addirittura nel 2019. Sicuramente qualche indicazione più precisa arriverà dal Ces di Las Vegas del prossimo gennaio. Va da sé però che la presenza di HDMI 2.1 oggi non deve rappresentare il primo criterio di scelta nell’acquisto di un Tv, perché quelli in commercio oggi (ma anche nel 2018) consentono di vedere ottimamente ogni tipo di contenuto video.

Ma cosa comporta di tanto sconvolgente HDMI 2.1? Vediamo assieme.

Risoluzione fino a 10K

Una delle caratteristiche più rilevanti del nuovo HDMI 2.1 è l’enorme incremento di risoluzione: fino a 10K. Un risultato strabiliante, ma in un periodo in cui stanno per arrivare le prime trasmissioni 4K pensare al 10K vuol dire guardare molto in là nel futuro, senza saper quanto si debba attendere perché i costruttori propongano Tv in grado di supportare tale risoluzione e che qualcuno realizzi contenuti adatti.

Un discorso differente va fatto per i monitor VR e i display dei computer che arriveranno ad avere una risoluzione 10K molto prima dei Tv, ma entriamo in un altro ambito di utilizzo.

Frame rate più elevato

Con HDMI 2.1 arriva il supportare di un frame rate, ovvero della velocità con cui l'immagine viene aggiornata sullo schermo, di 120 Hz. Di nuovo, il risultato è importante ma non ci sono (e probabilmente per un po’ di tempo non ci saranno) video con un frame rate a 120 Hz (videogame esclusi).

I film sono ancora, quasi esclusivamente, a 24 fps (a Hollywood non hanno molto successo frame rate superiori), altri contenuti video arrivano a 30 (e talvolta 60) fps. Anche quindi l’ottimo frame rate è sicuramente proiettato al futuro, ma non rappresenta una ragione convincente per puntare su HDMI 2.1 oggi.

Entrando nel dettaglio tecnologico i frame rate e le risoluzioni consentiti dall’HDMI 2.1 sono in gran parte permessi dalla tecnologia Display Stream Compression, una compressione "senza perdita di dettaglio visivo", che consente di far transitare i dati aggiuntivi sugli stessi cavi, senza dover effettuare un'elaborazione addizionale significativa o ridurre la qualità dell'immagine.

Per HDMI 2.1 sono necessari nuovi cavi

L’HDMI 2.1 prevede l’uso di nuovi cavi. In origine erano chiamati 48G ma ora hanno preso il nome definitivo di Ultra High Speed. Tali cavi sono in grado di gestire la larghezza di banda molto maggiore richiesta da frame rate e risoluzioni più elevati più elevate. Va precisato però che gli Ultra High Speed saranno necessari solo quando la tecnologia sarà in grado di supportare appieno le caratteristiche dell’HDMI 2.1, sino ad allora vanno benissimo i cavi oggi in commercio.

HDMI 2.1 cavo Ultra High Speed

A confronto le bande di cui è capace il nuovo cavo Ultra High Speed rispetto alle precedenti generazioni

I nuovi acronimi

Con HDMI 2.0 abbiamo imparato a conoscere l’HDR. Ora HDMI 2.1 porta i metadati dinamici nelle specifiche attuali, proprio come vogliono fare Dolby Vision e HDR10+. Resta da vedere come questo aspetto sarà implementato. HDMI 2.1 porta con sé anche alcuni nuovi acronimi, come per esempio QMS (Quick Media Switching), che sottintende la possibilità di passare da una risoluzione a un’altra o a una frequenza fotogrammi senza che la TV mostri uno schermo nero per svariati secondi.

QFR (Quick Frame Transport) diminuisce la latenza tra la sorgente e il televisore, riducendo potenzialmente il ritardo di input che ha obbligato i televisori ad avere una modalità gioco. QFR è anche utile per avere una rappresentazione della realtà virtuale VR più “morbida”.

ALLM (Auto Low Latency Mode) seleziona automaticamente quale tra le modalità sopra elencate ha bisogno il contenuto video, come per esempio quando si passa dalla visione di un film a quella di una evento sportivo.

HDMI 2.1 Formati video supportati

I formati video supportati da HDMI 2.1

EARC, l’audio evolve

ARC (Audio Return Channel) è quella funzionalità che consente al cavo HDMI di funzionare come una strada a doppio senso, inviando l'audio dalle app sul televisore alla soundbar o al ricevitore.

eARC passa al livello successivo, consentendo l'audio 5.1 e 7.1 non compresso e Dolby Atmos / DTSx. Inoltre, risolve eventuali problemi di sincronizzazione labiale.

La larghezza di banda audio aggiuntiva si ottiene utilizzando il canale Ethernet dei cavi HDMI con Ethernet. Molto probabilmente il cavo HDMI che usate sul vostro Tv ha già Ethernet integrato, ma voi non l’avete mai usato.

HDMI 2.1 assicura la retrocompatibilità

Tra le specifiche dell’HDMI 2.1 c’è la retrocompatibilità con tutti gli attuali dispositivi HDMI. Ciò non significa che io vecchi apparecchi potranno godere di una nuova gioventù grazie alle funzioni che introduce l’HDMI 2.1 ma invece che ma se ha una PS3, un vecchio lettore Blu-ray o un decoder un po’ datato, dovrebbero essere in grado di connettersi senza problemi a un ingresso HDMI 2.1 del vostro prossimo nuovo Tv.

Pubblica i tuoi commenti