HDMI wireless: DiProgress Air HD porta il Full HD in tutta la casa

Ripetitore wireless DiProgress Air HD

L’HDMI (acronimo di High-Definition Multimedia Interface) non è solo un semplice connettore progettato per collegare una sorgente audio/video HD a un display ma un sofisticata interfaccia capace di trasferire “bit” digitali che vengono poi trasformati in segnali audio, video e dati, senza l’utilizzo di tecniche di compressione per preservare la purezza di immagini e suoni. Rispetto ai segnali analogici veicolati dai connettori Cinch e Scart, quelli digitali dell’HDMI permettono di ottenere funzioni e prestazioni di gran lunga superiori (video 8K, audio multicanale, controllo CEC, rilevazione automatica caratteristiche display, protezione HDCP, ecc.) ma, di contro, richiedono cablaggi e soluzioni di alta qualità, ben diversi da quelli coassiali e schermati che si utilizzavano con l’analogico. Di norma, un cavo HDMI, anche se di buona qualità, non dovrebbe mai superare i 10 metri di lunghezza. Se si vogliono collegare tra loro due apparecchi lontani, per esempio il decoder MySky HD del salotto al televisore della camera da letto, un semplice cavo HDMI non basta più ed è necessario trovare altre soluzioni.

Negli ultimi anni sono state realizzate soluzioni molto efficaci per la cablatura HDMI che permettono di risolvere la maggior parte dei problemi (come il passaggio nei corrugati grazie alla scocca del connettore removibile) e raggiungere distanze fino a 20-30 metri. Anche gli amplificatori (esterni o integrati nei cavi) che incrementano la portata fino a 40-60 metri e quelli dotati di transceiver in fibra ottica (fino a 100 metri) assicurano ottime prestazioni ma sono costosi e richiedono comunque il passaggio del cavo nelle canaline.

Per non ricorrere a cablaggi aggiuntivi e sfruttare quelli già esistenti sono stati progettati i convertitori HDMI-PLC e HDMI-Cat.x che sfruttano l’impianto elettrico preesistente oppure la rete LAN per portare i segnali HDMI ovunque sia presente una presa elettrica oppure una presa Ethernet RJ45. Ultima (ma non meno efficace) soluzione è rappresentata dagli estensori HDMI wireless che trasportano i bit digitali sfruttando le onde radio: hanno prezzi alla portata di tutte le tasche, coprono distanze più che sufficienti per appartamenti medio-grandi (fino a 20-30 metri) e possono essere installati e riposizionati in pochi minuti senza difficoltà. Questo mese vi presentiamo l’Air HD, uno dei due trasmettitori HDMI wireless che l’azienda milanese Auriga commercializza con il proprio brand DiProgress.

1. Dimensioni mini, prestazioni maxi

I cavi HDMI necessari al collegamento dei moduli alla sorgente e al display vanno acquistati separatamente perché non inclusi nel kit. Preferire sempre cavi HDMI che riportano la dicitura “High Speed”, meglio se di marchi famosi e affidabili, evitando quelli troppo economici e di dubbia provenienza

Air HD è un kit “all-inclusive” (o quasi) composto da due moduli di piccole dimensioni (solo 85×83×12 mm) chiamati Transmitter e Receiver, due alimentatori da 220 Vac e altrettanti ripetitori IR. Il modulo trasmettitore va collegato a una sorgente audio/video come per esempio un decoder digitale terrestre o satellitare in alta definizione con presa HDMI (es.: MySkyHD, Sky Q, Tivùsat HD, zapper/CAS Box/CI, ecc.), un lettore Blu-ray/DVD, un Pc o un Box Multimediale (Android TV, Fire TV Stick, Nvidia Shield Tv, ecc.). Il modulo trasmettitore è invece destinato a Tv, monitor, e videoproiettori che si trovano lontani dall’apparecchio sorgente e che sono anch’essi dotati di presa HDMI (questa volta in ingresso).

I cavi HDMI di collegamento alla sorgente e al display remoto non sono inclusi nel kit ma possono essere acquistati in un qualunque negozio di materiale elettronico e audio/video. Preferire sempre cavi HDMI che riportano la dicitura “High Speed”, meglio se di marchi famosi e affidabili, evitando quelli troppo economici e di dubbia provenienza. Il kit comprende anche gli utili ripetitori IR a filo che servono a gestire da remoto la sorgente AV (es.: cambio canale, regolazione volume, navigazione menu, opzioni varie, ecc.) e nascondere così i moduli Air HD alla vista, per esempio in un mobile, un cassetto o dietro al Tv.

2. Trasmettitore con uscita HDMI passante

Il modulo trasmettitore è dotato di due prese HDMI: quella a sinistra (IN) serve a collegare la sorgente AV (decoder HD, lettore Blu-ray, Android Box TV, ecc.) mentre quella a destra (OUT) il Tv “locale” (principale). Troviamo poi la presa minijack da 2,5 mm (IR OUT) dedicata al ripetitore telecomando che invia i segnali al dispositivo sorgente e la porta Micro USB utilizzata unicamente per fornire la tensione di 5 Vcc necessaria al funzionamento

Il compito del modulo trasmittente è quello di modulare i segnali audio e video digitali e altri dati (EDID, CEC, HDCP) di una sorgente collegata alla presa HDMI IN su una portante RF in banda 5,8 GHz per trasmetterli al modulo ricevente. Se si possiedono più sorgenti collegate a uno switch/matrice HDMI oppure se la commutazione viene effettuata da un sintoamplificatore Home Theater con HDMI, il modulo trasmittente può essere collegato direttamente all’uscita HDMI dello switch o del sintoampli. Supporta lo standard HDMI 1.4a, i segnali video SD e HD fino al formato Full HD 1080p@50-60Hz (sia in 2D che in 3D) e il sistema di protezione HDCP utilizzato da broadcaster e major cinematografiche per impedire la copia dei contenuti. In quest’ultimo caso, entrambi i moduli si comportano in modo “trasparente” consentendo lo scambio delle chiavi di crittografia necessarie all’autenticazione, operazione fondamentale per il corretto funzionamento di alcune sorgenti come il MySky HD, lo Sky Q, i Tivùbox HD e i lettori Blu-ray.

DiProgress Air HD
L’unica porta HDMI presente nel modulo ricevitore (OUT) serve a collegare il Tv “remoto” (secondario). È affiancata dalla presa minijack da 3,5 mm (IR IN) per il sensore a filo che cattura i segnali del telecomando per il controllo da remoto della sorgente (cambio canale, volume, traccia, on/off, ecc.) e dalla Micro USB (alimentazione 5 Vcc)

3. Modulo RF a 5,8 GHz a bassa latenza

Il ripetitore IR del modulo trasmettitore è composto da una “testina” che contiene un led IR. Va posizionata in modo che il led “guardi” il pannello frontale dell’apparecchio sorgente, sfruttando se necessario il lato biadesivo

Il modulo RF a 5,8 GHz è in grado di evitare i disturbi generati dai dispositivi che operano sulla stessa frequenza (come alcuni radiocomandi per droni) o su bande vicine (come il Wi-Fi a 5 GHz) e ridurre la latenza, ovvero il ritardo tra la trasmissione dalla sorgente e la ricezione sul Tv (inferiore a 500 ms). Questo ritardo riguarda sia la componente video che quella audio e, di conseguenza, non ha effetto sul lip sync. Tuttavia, potrebbe creare qualche problema ai gamer durante le partite online e off-line qualora il controller wireless abbia una latenza inferiore.

La seconda porta HDMI (OUT) presente sul trasmettitore permette di passaggio “in cascata” dei segnali AV al Tv, così da non alterare il normale funzionamento dell’impianto preesistente e mantenere così la possibilità di visione in locale.

Uno dei due ripetitori IR, più precisamente quello con la micro-testina dotata di biadesivo e cavo con minijack da 2,5 mm a due pin, va collegato alla presa IR OUT. Il suo compito è quello di “vedere” i sensori IR integrati nel pannello frontale degli apparecchi sorgente, solitamente vicino al display, e inviare i comandi ricevuti da remoto utilizzando il telecomando originale. In questo caso, il percorso del segnale IR è inverso rispetto a quello dei segnali AV, cioè parte dal modulo ricevitore (che cattura i segnali inviati dal telecomando tramite un secondo ripetitore IR come vedremo tra poco) e arriva al trasmettitore sfruttando sempre le onde radio.

4. Modulo ricevitore con ripetitore IR compatibile Sky

Il ripetitore IR del modulo ricevitore è differente da quello del trasmettitore e, per evitare di confonderli, le spine minijack hanno un diverso diametro (2,5 e 3,5 mm). Qui il led IR non trasmette i raggi ma li riceve dai telecomandi degli apparecchi sorgente mentre la staffa regolabile, sempre con lato biadesivo, facilita il posizionamento sotto al Tv o all’interno di un mobile

Il modulo ricevitore, che ha le stesse dimensioni del trasmettitore, esegue le operazioni di conversione dei segnali audio/video/dati in ordine inverso: riceve il segnale AV modulato in RF e lo rende disponibile sull’unica presa HDMI presente sul pannello posteriore alla quale andrà collegato un Tv, un monitor oppure un videoproiettore. La presa minijack IR IN, questa volta da 3,5 mm a 3 pin, serve a collegare il secondo ripetitore IR, leggermente più grande e dotato di un meccanismo di regolazione di inclinazione della testina con biadesivo che permette di fissarlo sotto al Tv oppure a un ripiano. Questo ripetitore IR, che cattura il segnale dei telecomandi originali e li trasmette via RF al modulo trasmettitore, supporta un ampio range di frequenze (da 30 a 60 kHz) così da garantire la compatibilità con i telecomandi più “ostici” come, per esempio, quelli dei decoder di Sky.

5. Installazione rapida e pairing automatico

Sul pannello frontale di entrambi i moduli è presente un unico tasto (PAIRING) che “forza” l’accoppiamento qualora non venga effettuato automaticamente

Installare e configurare il trasmettitore HDMI wireless Air HD è un gioco da ragazzi e richiede pochi minuti. Dopo aver collegato collegare i due moduli al Tv e alla sorgente con i cavi HDMI (opzionali) e i due ripetitori IR ai rispettivi moduli (le prese/spine mini-jack di diverso diametro evitano di commettere errori), basta accendere la sorgente e il Tv remoto, posizionare quest’ultimo sull’ingresso HDMI utilizzato (es.: HDMI 1, HDMI 2, HDMI 3, ecc.) e infine alimentare i moduli con i trasformatori di rete in dotazione con spina Micro USB. Dopo l’accensione, le spie led posizionate sul guscio superiore di entrambi i moduli si accendono e lampeggiano di colore rosso e blu a seconda dello stato operativo (avvio, nessun collegamento, ricerca, pairing in corso, ecc.). Di norma, i due moduli sono già “accoppiati” tra loro (lo abbiamo verificato anche noi in vari test) ed entrambi i led dovrebbero quindi illuminarsi di blu (fisso) trascorsi alcuni secondi dall’accensione. Se così non fosse, basta premere i tasti PAIRING posizionati sul pannello frontale di entrambi i moduli, prima sul ricevitore e poi sul trasmettitore.

Oltre che tramite i led (rosso lampeggiante sul trasmettitore e blu fisso sul ricevitore), la procedura di pairing viene confermata dai messaggi che appaiono sullo schermo televisivo. Se dopo il pairing il Tv mostra una schermata di errore HDCP oppure rimane “nero”, basta spegnere e riaccendere sia il trasmettitore che il ricevitore.

6. Trasmissioni perfette indipendentemente dalla distanza

Un ripetitore HDMI wireless come l’Air HD permette di guardare un film, una serie Tv oppure una partita di calcio sul Tv della taverna, della camera da letto o della cucina con la stessa qualità di quello del salotto. È compatibile anche con i decoder Sky (MySky HD, Sky Q, ecc.), Mediaset Premium e Tivùsat

Grazie allo scarso affollamento e alle minori possibilità di disturbi generati da apparecchiature vicine, la banda a 5,8 GHz assicura prestazioni eccellenti. Bisogna però ricordare che all’aumentare delle frequenza, la portata si riduce per via della minore permeabilità di muri e solette. Questo significa che l’Air HD assicura i migliori risultati quando si tratta di coprire brevi distanze, circa 20-30 metri nelle condizioni ideali. La presenza di muri e solette ed elevato spessore e con abbondante armatura potrebbe ridurre la portata a una decina di metri. In questo caso, visto che le antenne sono interne e non possono quindi essere orientate, è possibile “guadagnare” qualche metro spostando i moduli nella posizione che garantisce i migliori risultati.

Abbiamo testato il ripetitore HDMI wireless Air HD con vari decoder (MySky HD, Tivùsat, box interattivo DTT HD con Mediaset Premium, zapper vari DTT/SAT), lettori DVD/Blu-ray e Android Tv Box riscontrando sempre una qualità audio e video praticamente identica a quella ottenibile con il cavo HDMI, anche in Full HD 1080p, e senza errori HDCP. Al crescere della distanza tra i due moduli, il segnale si dimostra abbastanza robusto mantenendo la stessa (ottima) qualità di immagini e suoni. Se, però, si esagera, a un certo punto i due moduli smettono di dialogare e lo schermo del Tv “remoto” diventa nero (messaggio: Wi-Fi disconnected e Connection attempt failed).

7. Le nostre impressioni

Perfetto per guardare un film o una partita di calcio sulla Tv della cameretta o della cucina sfruttando il decoder del salotto, il trasmettitore HDMI Wireless Air HD può essere utilizzato anche quando il Tv e le sorgenti AV si trovano nella stessa stanza ma sono troppo distanti per collegarle via cavo. Supporta lo standard HDMI 1.4a, i segnali video SD e HD fino al formato Full HD 1080p@50-60Hz (sia in 2D che in 3D) e il sistema di protezione HDCP. Elegante e ultracompatto, integra anche un ripetitore di telecomando (compatibile Sky) decisamente pratico ed efficace grazie alle testine IR miniaturizzate e orientabili.

Nonostante le antenne interne, la copertura è eccellente: in assenza di interferenze (improbabili vista la banda operativa a 5,8 GHz) e ostacoli (muri spessi e solette armate) può raggiungere anche i 20-30 metri mantenendo un’eccellente qualità di suoni e immagini. La latenza è più che accettabile, l’installazione e la configurazione richiedono pochi minuti mentre la HDMI passante evita di stravolgere i collegamenti AV originari e mantiene invariata la visione sul Tv “locale”

Da segnalare

+ Dimensioni ultracompatte

+ Trasmissione digitale in banda 5,8 GHz

+ Elevata immunità da disturbi e interferenze

+ Supporto Full HD 1080p, 3D e HDCP

+ Latenza inferiore ai 500 ms

+ Ripetitore di telecomando integrato

+ Installazione e configurazione semplici e rapide

+ Uscita HDMI passante

+ Portata fino a 30 metri

– Non supporta i segnali Ultra HD 4K

– Cavi HDMI non in dotazione

 

PER INFORMAZIONI

Auriga – www.auriga.it – Tel. 02 5097780

8. Dati tecnici dichiarati

Connessioni AV: Trasmettitore: 2× HDMI 1.4a (1 ingresso, 1 uscita passante); Ricevitore: 1× HDMI 1.4a (uscita)
Altre connessioni: 2× minijack IR (2,5 mm/3,5 mm – estensori IR), 2× prese Micro USB (alimentazione 5 Vcc)
Banda di frequenza operativa: 5,8 GHz
Massima risoluzione video supportata: 1080p@50-60Hz
Compatibile HDCP: Si
Compatibile 3D: Si
Latenza: < 500 ms
Portata massima: 30 metri
Frequenze IR supportate: 30÷60 kHz
Compatibilità: Decoder DTT e SAT HD, lettori DVD/Blu-ray, Pc, console videogiochi, Box Multimediali e qualsiasi altro dispositivo AV con uscita HDMI
Altre funzioni e dotazioni: Tasti Pairing, indicatori led di stato (accoppiamento in corso/avvenuto/nessun collegamento – rosso/blu), ricevitore IR con testina orientabile
Alimentazione: 5 Vcc (con alimentatori 100-240 Vca – 50/60 Hz – 5 Vcc – 1 A)
Dimensioni (LxAxP): 85×83×12 mm (cadauno)
Peso: 75 g (cadauno)
Contenuto della confezione: ·      Modulo trasmettitore

·      Modulo ricevitore

·      2× estensori IR a filo (RX+TX)

·      2× alimentatori di rete Micro USB

·      Manuale d’uso in lingua italiana

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here