Il digitale ha già raggiunto sei regioni

Febbraio 2010. Nel settembre 2008, il Governo ha presentato il calendario nazionale per il passaggio definitivo delle trasmissioni televisive terrestri nel formato digitale. Il decreto prevede una transizione al digitale progressiva delle varie regioni italiane divise in 16 aree a partire dal secondo semestre del 2009 fino al secondo semestre del 2012.

A tutt'oggi, i cittadini residenti in Sardegna, Valle d'Aosta, Piemonte occidentale, Trentino Alto Adige, Lazio e Campania sono già passate al digitale mentre nelle prossime settimane toccherà a quelli del Piemonte orientale e della Lombardia.

Progressivamente lo switch-off sarà esteso a tutte le altre regioni fino alle ultime due, Sicilia e Calabria, dove lo spegnimento dell'analogico avverrà alla fine del 2012, più precisamente il 12 dicembre 2012 (12/12/12).

Un programma che già entro quest'anno intende coinvolgere oltre il 70% della popolazione italiana (14 milioni di cittadini coinvolti nel 2009 e 23 nel 2010 per un totale di circa 35 milioni) portando l'Italia tra i Paesi più avanzati verso il traguardo europeo del 2012.

Per aggiornamenti e approfondimenti: www.dgtvi.it.

Pubblica i tuoi commenti