Impianti DTT – Ricezione ottimale con le antenne terrestri

Ho effettuato varie sperimentazioni nell’installare le antenne per la ricezione corretta del segnale DTT, ottenendo i migliori risultati installandole a parete. A questo scopo ho realizzato da me speciali staffe di ancoraggio che non deturpano l’ambiente ed evitato staffe per parabole troppo ingombranti. In questo modo la casa fa da schermo e impedisce che l’antenna riceva interferenze dalla parte posteriore. In sostanza, aumenta il rapporto avanti/indietro (la casa fa da riflettore) pur impiegando un’antenna logaritmica micro della Mitan. Chi volesse scambiare le proprie esperienze può contattarmi al numero 3388875173.

Giuseppe M.

La ringraziamo per il contributo. La soluzione indicata è adatta per chi ha necessità di installare un’antenna terrestre e non può farlo sul tetto. Inoltre, per ottenere i migliori risultati, è indispensabile che la facciata dove verrà installata l’antenna sia rivolta verso il ripetitore che irradia i segnali di tutti i canali televisivi. Ciò non è però sempre fattibile vista la provenienza da direzioni diverse di molti canali e la presenza di case adiacenti che potrebbero attenuare o riflettere i segnali.
A ciò si aggiungono i regolamenti condominiali e comunali che spesso impediscono l’installazione di antenne sulle facciate delle case, anche all’interno dei balconi, se visibili dalla pubblica via. Per ovviare parzialmente a queste limitazioni, sono disponibili in commercio antenne da esterno compatte, sottili e leggere, da fissare al muro sia con le staffe fornite di serie sia con quelle sperimentate dal Sig. Giuseppe.
L’operazione richiede pochi minuti e garantisce buoni risultati. Per tutti gli approfondimenti suggeriamo di leggere i test dei modelli One For All pubblicati sugli scorsi numeri di Eurosat.
La soluzione “tetto” rimane, tuttavia, quella da preferire perché assicura maggiore libertà di posizionamento e, teoricamente, una visibilità a 360°.

Pubblica i tuoi commenti