Il quesito – Impianto audio/video: passaggio cavi HDMI e connessioni

Qualche anno fa volevo portare il segnale HDMI del decoder e del Blu-ray dal salotto alla stanza da letto e alla cucina ma l’unica soluzione era di infilare il cavo e poi saldarlo. Sapete se esistono soluzioni più semplici e pratiche che evitano di saldare i fili e più gradevoli di un cavo che esce da una scatola a muro nonché meno costose?

Filippo

 

Connettore HDMI Vimar

Negli ultimi anni sono state realizzate soluzioni molto efficaci per la cablatura HDMI con le quali risolvere qualsiasi problema, anche apparentemente impossibili. Oggi, ad esempio, sono molto diffusi i cavi HDMI con scocca removibile per facilitare il passaggio nei corrugati sotto traccia da 20-25 mm senza troppe curve. Ad esempio, il cavo visibile sul sito http://www.cavionline.com/cavo-metri-hdmi-compatibile-serie-across-p-4332.html è disponibile in diversi misure (3, 5, 7,5, 10, 15 o 20 metri) ed è largo solo 15 mm. Basta rimuovere il guscio del connettore, far passare il cavo nel corrugato e poi rimetterlo: un lavoro semplice, veloce e alla portata di tutti.

Un’altra possibilità è datata dai trasmettitori HDMI wireless e Powerline come l’Emme Esse 87179 testati sul numero di dicembre 2015. Questo sofisticato apparecchio, composto da due moduli (trasmettitore e ricevitore), trasporta i segnali AV digitali e in Alta Definizione in tutta la casa utilizzando l’impianto elettrico preesistente, attraverso una qualsiasi presa di corrente. A differenza del Wi-Fi e del cablaggio tradizionale, il sistema non teme le interferenze e le lunghe distanze e funziona bene anche con cavi elettrici fino a 200-300 metri. S’installa in pochi minuti e può distribuire fino a due sorgenti AV differenti (es. MySky HD e Blu-ray player): entrambe pienamente controllabili da remoto grazie al doppio ripetitore IR.

Per evitare, invece, di far uscire il cavo HDMI direttamente da una scatola da incasso, una soluzione decisamente poco gradevole sotto il profilo estetico, è l’impiego delle placche multifunzione (HDMI, USB, VGA, ecc.) oppure degli appositi moduli HDMI per le principali serie civili di Bticino, Vimar e altre marche. Alcuni moduli sono dotati di prese HDMI a saldare, mentre altri adottano soluzioni decisamente più pratiche come la doppia presa femmina HDMI, esterna per la connessione al cavo HDMI destinato a TV, decoder, Blu-ray, eccetera, e interna per il cavo fatto transitare nel corrugato. Se lo spazio nella scatola da incasso è scarso, bisogna optare per i moduli HDMI con la femmina interna dotata di una piccola prolunga (es. Vimar 16334 disponibile nei colori bianco o grigio). Con due o più prese di questo tipo, collegate a uno switch (2x1, 4x1, ecc.) oppure a una matrice (2x2, 3x3, 4x2, ecc.), è possibile realizzare un impianto di distribuzione AV HD di alta qualità, con funzionalità avanzate e costi ridotti rispetto al passato.

 

Pubblica i tuoi commenti