impianto AV/Home Theater – Collegamenti AV a lunga distanza

Ottobre 2009.
Devo sistemare i cablaggi del mio impianto Home Cinema escludendo il vecchio sistema wireless che mi ha dato diversi problemi. Il Tv è posizionato su un lato della stanza mentre tutti gli altri componenti - DVD, decoder, Hi-Fi e videoproiettore - si trovano sul lato opposto. Per i collegamenti al proiettore ho risolto utilizzando una multi Scart mentre per portare i segnali al Tv ho fatto fare una traccia nel muro lunga circa 15 metri nella quale dovrei inserire il cavo Scart. Sorge però il problema di far passare il connettore Scart nella canalina e, per questo, dovrei costruire almeno un capo dopo aver passato il muro. Potreste indicarmi una soluzione adatta alle mie esigenze?
Gianni L.

Il trasporto dei segnali AV analogici su lunghe tratte può subire attenuazioni che comportano disturbi soprattutto sul video. Esistono in commercio cavi Scart professionali garantiti per distanze di 15 metri ma sono molto costosi e, come ha giustamente sottolineato nella sua e-mail, devono essere smontati per garantire il passaggio nella canalina murata.

Una possibile alternativa sarebbe la posa di 4 cavi coassiali da 75 ohm dello stesso tipo utilizzato per il sat (a bassa perdita) in grado di trasportare i segnali video Composito/sincronismo e RGB, 2 da 50 ohm per l’audio e uno o più per lo switch automatico e altri servizi disponibili sulla Scart.
Ai capi di questi cavi bisogna però provvedere alla saldatura sulle spine Scart, operazione poco agevole viste le dimensioni dei cavi e dei terminali.

Se invece ha intenzione di aggiornare entro breve il suo impianto all’Alta Definizione sostituendo gli attuali apparecchi con altrettanti compatibili HD, ovvero tutti dotati di porte HDMI, può approfittare dell’occasione per cablare uno o più cavi HDMI in modo da trasportare i segnali da DVD/Blu-ray e decoder HD al videoproiettore e Tv sempre dotati di ingressi HDMI.

In questo caso l’operazione di cablaggio è più agevole perché esistono appositi cavi su misura con connettore HDMI da crimpare sufficientemente piccolo da passare nella canaline.

La gestione dei segnali AV dalle sorgenti a TV/videoproiettore può essere fatta con gli appositi switch HDMI dotati di svariati ingressi e uscite.
In questo modo si troverà con un sistema Home Cinema già pronto per il futuro e non dovrà affrontare la stessa spesa di cablaggio due volte nel giro di pochi anni.

Ad ogni modo, per soddisfare al meglio le sue esigenze è sempre meglio rivolgersi ad un rivenditore/installatore di impianti Home Cinema che saprà valutare i pro e i contro di tutte le possibili soluzioni.

Pubblica i tuoi commenti