impianto SAT – Aggiornare un motorizzato analogico

Giugno 2009.
Sono intenzionato ad aggiornare il mio vecchio impianto satellitare motorizzato in quanto l’attuale ricevitore analogico Emme Esse 3000 che gestisce un’antenna motorizzata Nokia di tipo offset da 140 cm di diametro ormai non mi consente più di fare zapping come in passato.
Vorrei sapere se ne esiste un decoder digitale HD-CI capace di muovere questa antenna senza accessori esterni.
Felice F.

Anche se nella sua lettera non viene specificato, il motore installato sull’antenna da 140 cm è quasi sicuramente del tipo a pistone o H-H gestito da un posizionatore integrato nel ricevitore Emme Esse (presumiamo il modello DSR-3000) che fornisce al motore l’alimentazione e il controllo di posizione (tramite sensore reed) e gestisce un eventuale polarizzatore magnetico o meccanico.

Da alcuni anni a questa parte, tutti i ricevitori digitali non adottano più questo tipo di posizionatore in quanto possono gestire le antenne motorizzate direttamente tramite il cavo coassiale che porta il segnale dall’LNB al ricevitore grazie al protocollo DiSEqC 1.2.

Esistono, però, sul mercato delle speciali interfacce di posizionamento capaci di tradurre i comandi DiSEqC 1.2 impartiti dal decoder in comandi elettrici compatibili con i vecchi attuatori a pistone e H-H.

Questi posizionatori vengono prodotti principalmente da Jaeger (SuperJack modelli EZ6000, EZ4000, EZ2000, EW101, V-Box), Aston (DS200) e da altre aziende come DMS International e Goldstar, e sono acquistabili in Italia presso i migliori rivenditori di materiale per la ricezione satellitare, anche on-line.

Qualora invece decidesse di sostituire anche l’antenna ed il motore, deve orientarsi su un motore DiSEqC 1.2 installato su un antenna di tipo offset da 100-120 cm (es. Stab HH100, HH120) oppure su un Actua capace di supportare antenne fino a 2 metri di diametro e dotato di un posizionatore dedicato.

Per maggiori informazioni: www.stab-italia.comwww.actua.it.

Pubblica i tuoi commenti